Scrivere sempre a matita

pencil3Avevo scritto a matita
tutta la storia della mia vita.
L’avevo scritta così com’era,
volevo scrivere la mia vita vera;
l’ho riletta: tutta sbagliata.
Era scritta a matita,
l’ho cancellata.

Questa è una di quelle sere nelle quali ripensi a tutte le volte che hai fatto delle scelte, hai preso delle posizioni, hai rinunciato a lottare, hai detto di si. Ora, a posteriori, quante di queste situazioni vorresti cambiare, tornare indietro, cancellarle e riscriverle! Ma poi, pensi alla teoria del caos, e ti viene il dubbio: quale concatenazioni di causa-effetto avrei scatenato? Queste modifiche marginali della mia storia, avrebbero cambiato radicalmente la mia vita? Mi vengono in mente certi racconti di fantascienza sui viaggi temporali, o più semplicemente il film Sliding Doors…..No, la vita non è un testo scritto a matita, per fortuna.

9 commenti

Archiviato in personale

9 risposte a “Scrivere sempre a matita

  1. Io sono il tipo che non vuole rimpianti, che non accetta consigli, che dell’esperienza altrui non sa che farsene…voglio provare sulla mia pelle, bruciarmi. Nella vita ho sempre osato, tentato, azzardato…non ho mai lasciato nulla di intentato. Oggi sono quello che sono…sarei diverso se avessi fatto altre scelte? Sicuramente si. Sarei più felice, più appagato? Non può saperlo nessuno…ma va bene così.

  2. uh che bello. lavori in centro. dove?

  3. Concordo con Imperterrito per un po’ di cose, anche se io all’esperienza altrui do sempre uno sguardo. Per carita’ non per basarmi su chissa’ che o per prendere decisioni, giusto per avere un esempio di come potrebbe o non potrebbe andare. Farmi dare un consiglio che poi comunque raramente seguo. Ho vissuto relativamente poco, ma posso dire di non rimpiangere niente e non avere nessun rimorso *in assoluto*.Tornando indietro rifarei ogni singola “stronzata”, perche’ tutto sommato e’ stato divertente viverle, e mi hanno portata ad essere qualcosa che mi piace davvero un sacco, che vive qualcosa che mi piace altrettanto. Non me ne farei niente di tornare indietro per cambiare qualcosa, perche’ sempre per questo mio “vizio” dell’assolutismo ho preso, prima o dopo, le decisioni che sentivo di dover prendere. Ci sarebbero state molte alternative, ma ora come ieri non vorrei prenderle per nessuna ragione al mondo. Non mi interessa se le cose sarebbero andate “meglio” secondo certi punti di vista.Cio’ che conta e’ cio’ che sento di dover fare adesso, cio’ che posso fare adesso e cio’ che potro’ fare e decidere nel futuro, con un solo egoistico e terribile scopo: stare bene, stare in pace, essere orgogliosa di me stessa. Matite, penne, pennelli, scrivete la vostra vita come vi pare. Il rimpianto e’ inutile come il chiedersi perche’ siamo qua, o il volersi sentire “utili” a tutti i costi.Percio’ che il passato sia quel che vi ha portato al presente, sia esperienza, siano ricordi e niente piu’.Se il presente in qualche modo non vi piace, siete sempre in tempo. Sempre. Non per “riscrivere” un passato causando simpatiche catene che vi porteranno in altri posti, ma per scrivere un bel futuro con la stessa penna che, senza privarvi di cio’ che siete adesso, vi portera’ altrove. Il senno di poi, per le scelte di poi.Cosi’ la penso.Entusiasmo giovanile, sicuramente.

  4. Mi sono comportata in modo da non avere rimorsi, e questo inevitabilmente genera qualche rimpianto.Non mi dispiaccio per quello che sono,ma non posso evitare, talvolta, di pensare a quello che sarei potuta essere.Tutto qui.

  5. Io sono fatto strano.Cerco sempre di essere la miglior persona possibile, di dar meno fastidio possibile.Tendo a lasciare molto spazio agli altri, ma in genere se ne approfittano.E qui nasce il problema…mi aspetto sempre che la controparte si accorga da sola che ha da tempo superato il limite, e che il sottoscritto ha gia lasciato troppo perreno…e a quel punto, per riprendere un po di fiato sbotto…Se imparazzi a fermare il prossimo sull’uscio forse…Luca

  6. Già, la vita è scritta in inchiostro indelebile.Quel che mi mette paura è che a 23 anni (nemmeno compiuti) già cancellerei un sacco di cose.See ya!

  7. @RObin: no, per favore, aspetta almeno di averne 45 come me; nel mezzo del cammin di nostra vita…:)

  8. Io…è meglio che nn ci pensi alla mia vita…è stata tutta un casino…Ritornare indietro? Mha! sarebbe un casino lo stesso…dovrei tornare indietro esattamente alla mia nascita, 34 anni fa… perchè da quando son nato ho fatto casini. 

  9. @bananacichita: sei sempre molto originale nei tuoi commenti (immagini comprese)Per quanto riguarda i “casini” del passato,forse ha ragione Delsys; meglio viverli come esperienze e guardare avanti con più consapevolezza:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...