La Pensione Eva

 Eva                                            Quelli che, come me, che amano Camilleri incondizionatamente, apprezzeranno anche questo romanzo breve, "La Pensione Eva". Non è un romanzo storico, nè un poliziesco, come Camilleri ci aveva abituati. E’ una storia che  parla  della formazione  sessuale e sentimentale  di  Nenè e dei suoi amici, dall’infanzia all’adolescenza sullo sfondo di  Vigata negli anni trenta, e soprattutto  della Pensione Eva, bordello di lusso dove ogni quindici giorni si avvicendano ragazze provenienti da tutta Italia. La storia non è particolarmente originale o interessante (anche la guerra è trattata in maniera un pò stinta), ma l’arte di Camilleri si dispiega, come sempre, nella descrizione di paesaggi, sensazioni, colori, profumi,caratteri e personaggi che fanno del sud della Sicilia un luogo unico al mondo, nel bene e nel male. 

4 commenti

Archiviato in libri

4 risposte a “La Pensione Eva

  1. Ci sono determinate persone (fra cui Luna, mi dice Riccardo), delle quali riesco a riassumere gli arzigogoli lessicali con una prontezza molto feroce. In pratica sto libro e’ mediocre e banale, ma Camilleri descrive bene le persone quindi in fondo non lo butterai nel cesso?

  2. Se vogliamo essere feroci, SI!Se vogliamo essere indulgenti, Camilleri giunto ad ottant’anni non sa più cosa scrivere, ma lo scrive comunque benissimo:)

  3. Ciao, io sono Cooman, e, come te, ho anch’io ho un blog che parla di recensioni di libri. Il tuo è molto carino, complimenti! Per quanto riguarda Camilleri, io lo adoro, in particolare la saga di Montalbano (e diciamo anche che l’attore che lo interpreta, il bellissimo Luca Zingaretti, ha contribuito a farmi amare ancora di più questo personaggio). La Pensione Eva non l’ho ancora letto, me l’ha regalato il mio ragazzo proprio l’altro giorno, lo leggerò non appena finirò di leggere quello che ho tra le mani. Ho visto le altre tue recensioni, volevo dirti che per io Il Gattopardo l’ho trovato stupendo, non pensavo che fosse così, veramente bello, una Sicilia di altri tempi, ma cmq bella. Concordo con te sul fatto di J. London, anche a me non piace (non dico che fa schifo perchè ho rispetto per il lavoro degli altri). Cintinua così e, se hai tempo, vieni a visitare il mio di blog. Ciao, Cooman

  4. @Cooman: non pensavo che qualcuno riandasse così indietro nel blog per leggerlo tutto (o quasi), ciò è molto lusinghiero, immagino che significhi che l’hai trovato abbastanza interessante. Grazie, ricambierò spesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...