Trilogia della città di K.

"Trilogia della città di K. – Il grande quaderno – La prova – La terza menzogna" –  Agota Kristof – Ed. Einaudi – Pagg. 397 – €  9,80
Durante la seconda guerra mondiale, probabilmente in Ungheria, due bambini, gemelli identici, iniziano a scrivere dei diari separatamente (uno di loro lo farà per tutta la vita, per poterli consegnare al fratello perduto quando lo reincontrerà); non si capisce se quello che annotano nel "grande quaderno" corrisponde a realtà oppure è un’invenzione per negarla. Solo alcuni fatti sono certi: la guerra, l’abbandono, la povertà, la crudele lotta per la sopravvivenza (solo dopo cinquant’anni, poco prima della morte di uno dei due, si scopre cos’era reale e cos’era un sogno, quale dramma era stato rimosso e negato).
Nel secondo racconto, "La prova", i personaggi cambiano generalità, ruolo, si confondono, si perde qualsiasi certezza, non sappiamo più qual’è la verità, e se una verità esiste. Unico punto fermo la piccola città di K.

"La terza menzogna" è l’ultimo racconto; sembra  che si riesca a delineare, anche se vagamente, il susseguirsi dei fatti, il percorso drammatico dei due gemelli separati, l’altrettanto drammatico epilogo.
Quella di Agota Kristof è una scrittura scarna, veloce, essenziale, ma anche crudele, violenta e intrisa di disperazione e di follia. Non fa sconti alla crudeltà insita nel genere umano, all’assurdità della guerra, all’aberrazione che si portano dietro, ma nello stesso tempo nega, rifiuta di accettare la realtà rifugiandosi nella menzogna, nell’invenzione, confonde i tempi, i luoghi, persino le persone forse non sono quelle che ha descritto poche pagine prima. Appare come un tentativo estremo di sopravvivere alla propria stessa storia.
COMMENTO: LEGGETELO ALMENO UNA VOLTA, IO LO RILEGGERO’ PIU’ VOLTE, PER SCOPRIRNE I SEGRETI.

8 commenti

Archiviato in libri

8 risposte a “Trilogia della città di K.

  1. Sembra molto interessante. Appena avrò finito di leggere alcuni libri che mi sono prefissa per questo periodo, lo cercherò in biblio.

  2. ciao…ero già venuto altre volte a sbirciare ma non avevo lasciato segno…stavolta si…complimenti per le letture..notevoli…vedi che i miei saluti non erano campati per aria…appena ho un pò di tempo ti scrivo delle mie letture…e dei miei scritti..ciao..continua così…e soprattutto lascia il segno.

  3. @Herm27: avevo letto dei commenti contrastanti su questo libro. A quanto pare, o lo si ama, o lo si odia, non ci sono mezze misure.@Bonfo: sei il benvenuto, e mi farà molto piacere se mi renderai partecipe delle tue letture e dei tuoi scritti. Piano piano su questo mio blogghino arrivano sempre più persone che amano la letteratura e portano il loro contributo. Per me è una grandissima soddisfazione!! A presto, allora!!

  4. …perdonami, sono un appassionato di fantascienza da quando avevo 10 anni, quindi penso di poter osare una domanda… ma come cavolo hai fatto a leggerti quel mattone della quadrilogia (io son rimasto alla trilogia, figurati) di Asimov?Blog interessante il tuo, tornerò.un saluto.

  5. @MaxWeb: mattone? Ho letto ben altri mattoni, credimi. A me è sembrato leggerissimo, come tutta la produzione di Asimov e dei più grandi autori di fantascienza. Grazie per la visita, sei sempre il benvenuto.

  6. Questa è già nel carrello della spesa, tesi permettendo non me la lascio scappare: “…scrittura scarna, veloce, essenziale, ma anche crudele, violenta e intrisa di disperazione e di follia. Non fa sconti alla crudeltà insita nel genere umano…” con questa presentazione non posso soprassedere.See ya!PS: E poi voglio imparare ad iniettare di follia gli occhi. Scrivendo.

  7. io intanto metto da parte, patty. Ho già la lista per natale con tutti i tuoi libri recensiti. E mi fido di quello che leggi e che dici.Vorrei solo avere più tempo per leggere.

  8. @RObin: si, credo che questo libro ti si addica. Non perchè tu sia folle o violento,beninteso, ma credo che lo apprezzerai; chissà se può aggiungere qualcosa alla tua vena letteraria…^___^@Lunafragola: buona idea! Voglio fare anch’io una lista di libri per Natale. Spero tanto di non deluderti, con le mie recensioni. Il tempo per leggere, poi, lo troveremo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...