Desideri

"Desideri" – Roberto Michilli – Ed. Fernandel – pagg.352 – € 16,00
Il desiderio ossessiona i personaggi delle quattro storie che si intrecciano nel romanzo d’esordio di Michilli, fino a portarli alle estreme conseguenze.
"Tutto si può fare, tutto si può ottenere. Dipende solo da quanto si è disposti a dare"……….."Disagi, sacrifici, sofferenze: quanto sei disposto a patire per ottenere quello che desideri?"
Nelle quattro storie è sempre presente il negozio di foto ottica, attorno al quale gravitano i diversi personaggi. Le storie si intrecciano secondo lo schema del madrigale (abc abc dd) ripetuto tre volte: sei capitoli per ogni storia, ventiquattro in tutto. Oltre a farci notare questo schema, all’autore preme di puntualizzare che ogni racconto ha il suo tempo musicale: "Valeria e Angelo " è un Allegro vivace, "Elio" è un Adagio, "Claudia" un Allegro ma non troppo, e "Deborah" un Allegro con brio (e qui scuserete la mia ignoranza, ma se non lo diceva lui non l’avrei mai saputo).
Ottima la capacità di raccontare le tensioni, il mistero, creare suspense. Non mi sento di dire altrettanto  per quanto riguarda i finali,  che a mio avviso si "sgonfiano" un pò,  fatta eccezione forse per il racconto "Elio", che poi è quello che preferisco.

COMMENTO: BEN SCRITTO, OTTIMA NARRATIVA D’INTRATTENIMENTO.

4 commenti

Archiviato in libri

4 risposte a “Desideri

  1. Bella pensare che tutto si possa ottenere a patto d’esser disposti a sacrificare abbastanza. Bello e spietato. Non puoi più delegare i tuoi fallimenti alla sfiga o al destino avverso.See ya!

  2. @RObin: prima bisogna soppesare bene le cose e decidere se ne vale la pena.Spesso, se ci si fa ossessionare da un desiderio, ci si rovina la vita.

  3. I pochi desideri a cui ho “rinunciato” mi sembravano come lo scopo principale di un videogioco. Non che non li desiderassi ardentemente, ma per raggiungerli bisognava rinunciare a cose ben piu’ importanti dell’ottenere il desiderio stesso, e alla fine della fiera non mi sembrava ne valesse la pena. Fra l’altro, conosco perfettamente la mia natura secondo la quale se desidero qualcosa cosi’ tanto ardentemente, se poi la ottengo mi cala l’armonia, e nel frattempo tutto intorno a me c’e’ il bagno di sangue che ho fatto della mia intera vita.No grazie.A volte e’ meglio accontentarsi, metaforicamente, di sbavare davanti a una vetrina e sognare un po’.

  4. @Delsys: è pressappoco quello che intendevo dire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...