Poker di Carofiglio

Oggi parlerò brevemente di tutti e quattro i romanzi scritti da Gianrico Carofiglio, (Sostituto Procuratore Antimafia a Bari) per evitare di pubblicare un post troppo lungo per un autore che non mi dispiace, ma nemmeno mi entusiasma alla follia.


"Il passato è una terra straniera" – G. Carofiglio – Ed. Mondadori – pagg.260 – €.8,90 ( Premio Bancarella 2005 )
Inizio da questo romanzo perchè è l’unico  che non narra dell’avvocato Guerrieri, personaggio che ha portato l’autore ad una fama subitanea.
Giorgio, 22 anni, studente modello della facoltà di giurisprudenza, incontra ad una festa Francesco, personaggio affascinante ed equivoco con molti lati oscuri, che lo introduce nel giro delle partite di poker truccate prima, poi nel traffico di droga, ed infine lo coinvolge in qualcosa di terribile. Ne uscirà appena in tempo.
COMMENTO: Giorgio è troppo ingenuo per essere vero, quasi stupido, è troppo facile ammaliarlo col denaro e le donne facili della buona società.  Scrittura scorrevole e piacevole. Atmosfere coinvolgenti.

"Testimone inconsapevole" – G.Carofiglio – Ed. Sellerio – pagg.316 – €.11,00. (vari premi letterari, ventottesima edizione)
Primo romanzo dell’autore. L’avvocato Guerrieri è un uomo che ha distrutto il suo matrimonio ed ora soffre di crisi di panico e non riesce più ad entrare in un ascensore; sembrerebbe un uomo finito. La forza di ricostruirsi una vita la ritrova buttandosi di slancio nella difesa del giovane Abdou, un senegalese che fa l’ambulante sulle spiagge ed è accusato di aver ucciso un bambino di nove anni.  Oltre a scavare a fondo nel personaggio, questo legal-triller ci accompagna  nelle aule di tribunale e ci fa conoscere la varia umanità che le popola. Ho apprezzato molto le varie citazioni del mondo del cinema e della musica, forse perchè sono coetanea di Carofiglio.
COMMENTO: personaggio azzeccato e ben sviluppato, un sacco di riferimenti interessanti.

"Ad occhi chiusi" – G. Carofiglio –  Ed. Sellerio – pagg. 253 – €. 10,00. (ventesima edizione)
Una giovane donna denuncia il suo ex compagno per violenze fisiche e psicologiche, lui la perseguita ancora. Nessuno la vuole rappresentare perchè il suo ex è il figlio di un giudice molto potente e colluso. Guerrieri accetta la sfida, anche se ha poche probabilità di vincere. Glielo chiede una strana ragazza: dice di essere una suora, veste in jeans e giubbotto di pelle e nessuno sa nulla del suo passato; è un’esperta di arti marziali. Entrano in scena un avvocato senza scrupoli, un amico poliziotto che lo aiuterà e consiglierà, e una nuova vicina di casa molto affascinante…..
COMMENTO: continua la conoscenza con Guerrieri, si vede il marcio ed il buono della Giustizia italiana, diverse vite si raccontano. E’ sempre bello vedere i prepotenti cadere nella polvere.

ragionevoli_dubbi"Ragionevoli dubbi" – G. Carofiglio – Ed. Sellerio – pagg. 300 – €. 12,00.
C’è un uomo in carcere, condannato in primo grado per traffico di droga, che si dichiara innocente. E’ probabile che sia stato incastrato dal suo avvocato. Per Guido Guerrieri si tratta di "buttare a mare un collega" per salvare il cliente, cosa che teoricamente nell’ambiente non si deve fare. Ma c’è di più: il cliente era un picchiatore fascista ai tempi del movimento studentesco, e Guido è stato una sua vittima. Altro fattore non trascurabile: il cliente ha una moglie bellissima e una bambina stupenda, mentre lui è stato lasciato dalla sua ultima compagna per un lavoro all’estero…
COMMENTO: affiorano nuove debolezze del protagonista che lo rendono più vero, conosciamo due suoi vecchi amici,  impariamo qualcosa in più sul mondo che gravita attorno ai tribunali.

Concludendo: Carofiglio ha una scrittura fluida e piacevole, crea dei personaggi verosimili e ben disegnati, molto umani e molto fragili. Arricchisce la narrazione con citazioni di brani musicali e film ben noti e molto amati da noi "over-40", e dichiara attraverso il suo personaggio la sua grande passione per la letteratura e le librerie come luogo di raccoglimento e riflessione. Tutto questo non può che rendermelo simpatico e apprezzabile, ma non prenderà mai il posto nel mio cuore che spetta a Camilleri, e non mi divertirà mai come fa Biondillo.

14 commenti

Archiviato in libri

14 risposte a “Poker di Carofiglio

  1. mmm…organiziamo noi un concorso come altop.e lì vinco sempre io.

  2. bel blog e belle letture (meravigliosa la foto le tramonto che ho visto qualche pagina fa)Anche io sto aspettando di ricaricare i punti sulla carta Feltrinelli!Tanti saluti per le feste passate e quest’anno arrivato!Arianna/ Harion

  3. @Harion: benvenuta! Ho letto sul tuo blog che intendi partecipare al concorso letterario, ottima cosa. Buon anno anche a te ^___^

  4. anonimo

    Io ho letto finora solo Ragionevoli dubbi, dovrò recuperare! myn

  5. Leggo solo ora.Grazie, Pattybruce.G.B.

  6. @G.B. Ho fatto la recensione di “Per cosa si uccide” e “Con la morte nel cuore” su questo blog. Confesso che non ho ancora letto l’ultimo, ma lo farò ^___^

  7. Ne ho letti due, IL PASSATO E’ UNA TERRA STRANIERA e RAGIONEVOLI DUBBI, ma spero di aver presto anche gli altri! Mi piace molto Carofiglio.

  8. @herm27: anche gli altri due titoli meritano sicuramente. ^_____^

  9. Ciao Patty, ho praticamente appena finito il libro di Carofiglio “Il passato è una terra straniera”. Mi spiace che non ti abbia convinto del tutto, per me è stata una rivelazione! Forse oggi riesco anche a postare la mia recensione, ne parlerò meglio! Adesso vorrei (ehm, ovviamente dopo aver sfoltito un po’ la pila sul mio comodino) buttarmi sui suoi altri libri, ma ho paura di prendermi una scottata…Ciao da rospo smeraldino

  10. @ rospo smeraldino: a mio avviso tutti e tre gli altri romanzi di Carofiglio sono superiori ad “Il passato è una terra straniera”. Quindi vai tranquillo ^___^

  11. Io sono una fan accanita di Carofiglio, e mi piace molto il passa parola che c’e’ stato sui suoi libri, a me li consiglio’ un collega, io li ho “imposti” ad un mio amico che ormai aspetta solo le prossime uscite, e cosi’ via. Di lui mi piace molto il fatto che racconta le mille debolezze e fragilita’ di Guerrieri, un uomo con paure, ansie, ombre, una persona per bene ma piena di umanissime imperfezioni.Oltre al fatto che amo molto le sue citazioni e riferimenti su libri e musica della mia generazione,cosa che me lo fa sentire come se parlassi io al suo posto.:o)Patrizia,dato che il tuo blog mi piace molto (sia il contenuto che la grafica), nei ritagli di tempo vi sto frugando dentro, andando alla scoperta anche delle pagine piu’ vecchie.

  12. @aleike: mi fa veramente molto piacere. Qui sei sempre la benvenuta, inoltre sono contenta che qualcuno vada a riesumare anche i vecchi post ^___^

  13. il primo carofiglio, il carofiglio di “testimone inconsapevole” mi ha stimolato.gli altri sono stati una ripetizione inutile.noresund

  14. @noresund: benvenuto/a.A me non dispiacciono le serie con lo stesso protagonista. Infatti amo molto anche Camilleri e Biondillo, dei quali ho appena finito di leggere rispettivamente “La pista di sabbia” (uscito oggi) e “Il giovane sbirro”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...