A malincuore….

Ho iniziato la lettura di "Auto da fé" di Elias Canetti parecchio tempo fa, almeno per quelli che sono i miei usuali ritmi di lettura. Forse ho sbagliato il periodo, troppo lavoro, troppa stanchezza e poca lucidità, ma devo arrendermi, non riesco ad andare avanti. E pensare che ero così entusiasta, all’inizio. Subito mi era parso di cogliere una certa atmosfera vagamente gogoliana, data dalle situazioni ed i personaggi surreali e simbolici, forse. Resta il fatto che sono arrivata alla pagina 333 con molta fatica, ed ho deciso di fermarmi qui, per il momento.Sono arrivata al punto di trovare antipatici e fastidiosi sia i personaggi che le situazioni narrate, questo è un chiaro segnale che indica che lo devo (almeno per ora) abbandonare. Se qualcuno di voi mi può dire qualcosa riguardo a questo romanzo, o magari confortarmi dicendo che sicuramente si tratta solo di un mio "periodo no", lo faccia. Sono veramente costernata.

38 commenti

Archiviato in libri, personale

38 risposte a “A malincuore….

  1. mi è successo a dicembre con “Il ragazzo giusto” di Vikram Seth e con “Guerra e pace”, adesso.E’ un periodo no, meglio accantonare che odiare un libro che potenzialmente ti può piacere

  2. @Zeruhur: ti ringrazio. Spero proprio che sia così e soprattutto che questo periodo passi presto.

  3. anonimo

    Non finire un libro è un diritto imprescrittibile del lettore, come ci insegna Pennac! Magari prendendolo in mano fra qualche tempo ti piacerà, chissà.

  4. @utente anonimo: “Come un romanzo” è stata una guida, per me, come per tanti di noi. Però finora non mi era mai capitato di iniziare un romanzo piena di entusiasmo e arrivare oltre la metà che non ne potevo più.

  5. guarda, non so quanto possa esserti di conforto (vista la mia scarsa affinità con la lettura -specie negli ultimi tempi- rispetto alla maggior parte dei tuoi lettori) ma a me è capitato spessissimo di arenarmi su un libro che improvvisamente “non mi prendeva più” e di lasciarlo sospeso coi suoi personaggi “intenti a…”, qualsiasi cosa i puntini potessero poi voler dire. quando mi passa l’entusiasmo o la curiosità di scoprirlo non c’è niente da fare: se in quei casi non lasciassi stare, il tempo di lettura mi si protrarrebbe all’infinito (e veramente all’ultima pagina sarei impossessata da un senso di disgusto, come m’è successo le poche volte che mi sono intestardita e ho proseguito fino alla fine).

  6. @hengie: il problema, oltre al protrarsi della lettura per “N” giorni, è che proprio finisci per odiarlo, anche se all’inizio ti era piaciuto tanto. Per me è un caso strano, non mi succede quasi mai; se sono convinta di leggere un libro, o mi accorgo subito che non mi piace e mi fermo alle prime pagine, oppure lo divoro in tempi brevissimi, tanto che poi torno a rileggermi alcuni brani sui quali vale la pena di soffermarsi.P.S. mi fa molto piacere che tu mi sia venuta a trovare ^_____^

  7. io non mi dispererei, ma non solo perchè ho uno stile di lettura diverso, ma anche perchè capitano i periodi no o no per quel determinato libro…riprovaci quando ne sentirai il desiderio.

  8. @dreca: grazie. Ti sembrerà esagerato da parte mia, ma questo è un brutto segnale, per me. Devo essere un pò esaurita.

  9. Abbandonare un libro non è così grave, il libro di certo non si offende 🙂 E poi può darsi che se lo riprendi in mano in un altro momento ti faccia tutto un altro effetto. Riguardo al romanzo non posso dirti niente, ce l’ho ancora sulla lista dei buoni propositi…

  10. @lariflessiva: grazie anche a te. Se non l’hai ancora letto, pazienza. Quando riapparirà DieSonnenbarke e leggerà questo post, mi verrà a bacchettare direttamente da Firenze. ^____^

  11. clairenewman

    (ero io l’utente anonimo)Mi è capito con Resurrezione di Tostoj, di trovarlo un libro bellissimo, ma forse non era il momento giusto. Così l’ho lasciato ed è ancora lì che aspetta. Confido che prima o poi il momento arriverà. Se invece un libro proprio non mi prende, a malincuore lo lascio, perché, come suggerivo nel primo commento, non si può forzare la lettura, che dev’essere un piacere. Soprattutto mi capita quando faccio acquisti senza essere troppo convinta, quando prendo qualcosa perché voglio leggere, ma non ho le idee chiare. A volte capita che ci siano dei libri che non fanno per noi, ma una seconda possibilità non si nega a nessuno 🙂

  12. off topic per Patty: recensioni pubblicate. Scusa l’orario ma sono tornata a casa solo dieci minuti fa. 😛

  13. succede, a volte è proprio il libro altre volte è il periodo sbagliato. per esempio, mi è capitato di leggere e interrompere “Possessione” della Byatt e di riprenderlo anni dopo e trovarlo bellissimo. Al contrario, con mio grande rammarico, non sono mai riuscita a terminare “quer pasticciaccio brutto de via merulana” di Gadda. Forse prima o poi ce la farò. Ma anche no 😉

  14. @clairenewman: sono d’accordo. La cosa strana è che io questo libro non vedevo l’ora di leggerlo, avevo letto delle bellissime recensioni, e il genere è fra quelli che prediligo. Và a sapere come funziona il cervello umano, a volte!@IsabelleTostin: arrivo subito!!!@Elisaday: dev’essere proprio il momento sbagliato. Adesso ho iniziato “Il mondo nuovo” di Huxley e scorre che è una meraviglia.

  15. Ok, visto che oggi se l’è permesso pure Augias (puntata INDIMENTICABILE! :°D), diamo pure noi pane al pane e vino al vino: e se fosse semplicemente un libro di merda? o__OSee ya!PS: Scherzi a parte, ti capisco benissimo. Anche io con Il Signore degli Anelli ho desistito. Ma non si sa mai che…

  16. ho appena finito di leggere “la fattoria degli animali” di G.Orwell e devo dire ke è fantastico!!!Sinceramente faccio fatica a dire se è più bello questo oppure 1984…

  17. @RObin: no, dai, cavoli!! Questo non lo posso dire! E’ premio Nobel per la letteratura, non ricordo più di che anno. Anche se a me non piace nemmeno Hemingway (altro Nobel), non me la sento di definirlo un libro di merda o__O. Proverò più in là, magari sono solo un pò scarica.P.S. Cosa mi sono persa oggi da Augias? Ci sarà pure il modo di rivederlo da qualche parte in orario un pò più cristiano!!

  18. @sorgoles: “La fattoria degli animali” è stupendo, ma “1984” per me non si può battere ;o)

  19. Speriamo che la nostra amica Sonnenbarke (canettiana DOC) non legga questo post!!

  20. Definire un capolavoro come “Auto da fe” di Canetti “libro di merda” mi lascia a dir poco perplessa.Inoltre, Canetti non è solo “Auto da fe”, ma è anche (e secondo alcuni persino soprattutto) “La lingua salvata”, “Le voci di Marrakesh” e altri libri fondamentali della letteratura del Novecento. Come per esempio “Massa e potere”. E tutto questo a prescindere dal Nobel. Che comunque si è meritato ampiamente.

  21. @ISognatori: credo che sia inevitabile. Ma non ho detto nulla di negativo nei confronti di Canetti, mi pare, anzi!

  22. ciao Patty, non apprezzare un libro è legittimo, fortunatamente siamo tutti diversi!!! pensa che io e la gonza alta abbiamo dei gusti talmente diversi che ogni volta che provo a leggere uno dei suoi libri mi chiedo come possiamo essere amiche. quando mi ha parlato di foer non vedevo l’ora di leggerlo ora è finito in coda dopo 10 pagine di molto forte incredibilmente vicino….a presto, gonza bassa e ignorante

  23. @gabrilu: pensa che “La lingua salvata” l’ho letto molti anni fa, mentre “Le voci di Marrakesh” l’ho comprato da poco (e non ancora letto) approfittando degli sconti su “Gli Adelphi”. “Massa e potere” lo dovevo comprare per conto di mio marito, ma quando ho visto il prezzo (€.28,50) gli ho detto di rivolgersi al suo amico libraio che applica lo sconto del 20%. Tutto questo per dire che sicuramente, come già dichiarato più su nei commenti, la mia rinuncia non dipende dal libro in sé o dall’autore, ma da una mia momentanea defaillance. E’ questo che mi angoscia più di ogni altra cosa o___O

  24. @Gonza Bassa: ti ringrazio, ma in questo caso non è neanche il non apprezzare il libro (mi è già successo, anche con autori pluridecorati), quanto il partire convinta ed entusiasta e ritrovarsi a metà che non si riesce a proseguire. Penso che sia una mia momentanea condizione di profonda stanchezza.P.S. “Molto forte incredibilmente vicino” mi piacerebbe leggerlo, prima o poi.

  25. @sorgoles: carino! Un blog sulla pop art, quando ho tempo approfondisco.

  26. si hai ragione nn è un libro da far leggere ai bambini nn capirebbero.Ma mi kiedo se è giusto farlo leggere anke agli studenti più grandi…Ho forti dubbi visto ke parekki insegnanti sono skierati e nn gli conviene fare leggere certe cose.P.S. vedi meglio quel blog sulla popart,nn ti deluderà.

  27. Sono da sempre convinta che ogni libro vada letto nel periodo giusto, in momenti che ci consentano di apprezzarlo a dovere e d’altra parte leggere non può essere una forzatura perchè contrasta,a mio avviso, con qualità come la piacevolezza di lettura o l’appassionarsi alla storia che un libro deve possedere per piacerci. Perciò il mio consiglio è: se questo non è il momento giusto, abbandonalo. Anche a me è capitato molte volte di abbandonare un testo che in quel dato momento non mi “ispirava” per poi trovarlo magnifico una volta ripreso (es. con “Schiavo d’amore” di Somerset Maugham).

  28. ho preso questo libro ma devo ancora leggerlo…

  29. @princessbelle: grazie anche a te per il consiglio. Ho deciso che mi prenderò una pausa generale fino a che non mi sentirò più “lucida”. Inutile leggere in queste condizioni.@sorgoles: siamo d’accordo su tutta la linea. Il blog che mi hai segnalato lo sfoglierò con attenzione appena posso. Quando avrai letto “Auto da fé” fammi sapere cosa ne pensi. Ciao e grazie.

  30. Patty, non è una tragedia accantonare un libro e riprenderlo poi…magari non lo riprendi affato XDScherzi a parte ti racconto una brevissima storia(mentre ascolto Deutsche radio ^^’). La mia prof di Francese iniziò a leggere Goethe, con “le affinità elettive”…lo ha abbandonato, disgustata!! Dopo un inizio accattivante non ce l’ha più fatta!Dopo qualche mese ha letto “i dolori del giovane Werther” e si era innamorata talmente tanto del libro che decise di riprendere “le affinità elettive”….risultato? Lo ha adorato, facendoci una splendida lezione su Goethe (in francese o_O)

  31. @Harion: capisco benissimo cosa voi tutti volete dire. Quello che mi angoscia un po è che mi sento incapace di concentrarmi e di seguire una trama che dall’inizio mi era piaciuta e mi aveva affascinata. Una situazione nuova per me. Ho quasi la sensazione di essere svuotata dentro, capisco che dipende da me, più che dal libro.Perciò ho deciso di prendermi una pausa e occuparmi della sistemazione della casa e delle librerie, che finalmente andrò a comprare sabato o domenica. Hai notato che da parecchio tempo non scrivo più una recensione?

  32. Patty io mi riferivo a schiavo d’amore di maugham:-)

  33. @sorgoles: OPPS! Avevo capito male o____O

  34. Orplà, m’ero dimenticato di controllare sto post.Beh, vedi, Nobel può essere pure Nobel, ma se non piace non piace. Comunque Augias lo puoi comodamente rivedere su http://www.lestorie.rai.it dove si possono visionare tutte le puntate. Quando vuoi ;-)See ya!

  35. @RObin: grazie per la dritta, me le guarderò avidamente a due a due cercando di recuperare il tempo perduto.

  36. cara patty,fastidiosi ed irritanti. così elias canetti VOLEVA risultassero kien e soci. il suo è il romanzo della critica radicale al mondo cerebrale. Il mondo della testa PERDE la testa. Riprendilo, ascolta l’ironia e il sarcasmo. E’ una freddamente calcolata, ma caldissima accusa al falso pensiero. Ma non di fretta o col piede sbagliato, entraci in ottobre, alle prime foglie gialle…Valeriops: complimenti per gli acquisti. Slurp

  37. @Valerio: grazie, seguirò senz’altro il tuo consiglio. Effettivamente era il momento sbagliato per leggerlo. Sono proprio in un periodo “no”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...