Chiacchiere di bottega

 

roth“Chiacchiere di bottega – Uno scrittore, i suoi colleghi e il loro lavoro” – Philip Roth – Einaudi tascabili – pagg. 158 – €. 9,00 (sc. -30%)
Dalla quarta di copertina:  [Queste conversazioni, appunti di lettura, ricordi e lettere nascono da occasioni diverse, ma da un’unica voglia di capire. Mosso dall’ammirazione, dalla solidarietà, dalla simpatia, Roth viaggia per l’Europa, gli Stati Uniti e Israele, e incontra scrittori che hanno sollecitato in lui la necessità di chiacchierare del proprio e dell’altrui lavoro.]

 
Philip Roth incontra Primo Levi, a Londra e in seguito a Torino. Con lui parla del significato del lavoro, visita la fabbrica nella quale ha lavorato per tutta una vita, la sua casa ( dove è nato e vissuto fino alla sua morte), parla del come e perché della nascita dei suoi romanzi. La comprensione e la stima fra i due appare profonda e tangibile, malgrado la scarsa conoscenza.

 

A Londra  e successivamente nel Connecticut hanno luogo gli incontri con Milan Kundera. Le conversazioni vertono sul destino della letteratura, sull’esilio e sul totalitarismo, oltre ad un’analisi a due sul romanzo di Kundera “Libro del riso e dell’oblìo” che lo stesso autore aveva inviato a Roth in anteprima. Trascrivo un brano della conversazione:

 Roth:”[…] tu mostri come gli eventi politici siano governati dalle stesse leggi che regolano le vicende private, così che la tua prosa finisce per essere una sorta di psicoanalisi della politica.

Kundera – “La metafisica dell’uomo è la medesima nella sfera privata e in quella pubblica. […] L’oblìo è una forma di morte sempre presente nella vita […] ma l’oblìo è anche un grande problema della politica. Quando vuole deprivare un piccolo Paese della sua coscienza nazionale, una grande potenza ricorre al metodo dell’oblìo organizzato.[…] Una nazione che perde la consapevolezza del  proprio passato a poco a poco perde se stessa. […] “

 

Altre “interviste amichevoli” sono rivolte a Ahron Appelfeld a Gerusalemme, a Ivan Klima a Praga, a Isaac Bashevis Singer a New York ( parlando di Bruno Schultz), a Edna O’Brian a Londra . Completano la raccolta uno scambio di lettere con Mary McCarthy, un ritratto di Bernard Malamud , un ritratto di Philip Guston (pittore e disegnatore), ed in fine una rilettura delle opere di Saul Bellow, della quale sono riuscita a trattenere poco e niente, forse perché non conosco le suddette opere.

La lettura di  “Chiacchiere di bottega”, oltre ad essere piacevole, molto istruttiva e portatrice di riflessioni importanti, ha accresciuto la mia stima nei confronti di Philip Roth, che di per sè era già grande. Grazie a Gabrilù per averlo recensito.

16 commenti

Archiviato in libri

16 risposte a “Chiacchiere di bottega

  1. Anche questo non posso lasciarmelo scappare. Da come lo descrivi, so già che lo amerò!Simona

  2. @Simona C: Ne sono sicura. Comunque leggi anche la recensione di Gabrilù, lei è molto più brava di me in queste cose.

  3. Grazie per la recensione! Anch’io adoro i libri di questo genere, lo segno nella mia lista! (ma chissà quando mai potrò acquistarlo)A questo proposito ti consiglio “Giro del mondo. A tu per tu con 11 grandi scrittori” di Enzo Biagi. Un gran bel libro, e molto scorrevole.Buona giornata! Roberta

  4. @Roberta: benvenuta!! Grazie a te per il suggerimento, ne ho preso nota. A presto.

  5. devo dire che ha fatto incontri niente male…prima o poi un altro di Roth lo leggo, solo che ora la mia lista di libri in attesa si è allungata a dismisura…devo prima mettermi un po’ in carreggiata

  6. @dreca: anche il mio ripiano dei libri in attesa è stracarico, ormai. Credo di aver da leggere fino a settembre ^___^

  7. Mi piace Roth, ma questo non l’ho letto, lo farò, Grazie Giulia

  8. accidenti questo debbo prendermelo subito (anche se questa frase credo di averla detta e/o pensata altri milioni di volte) perche’ uno scrittore che mi piace che intervista Singer che è uno dei mie scrittori preferiti, non me lo posso proprio perdere! Grazie!!!

  9. ho scritto il titolo,sabato vado a prenderlo…

  10. @Giulia @Gonzolettore @sorgoles:penso proprio che non vi deluderà.

  11. Ciao!Grazie mille per gli auguri!!!!Purtroppo sono stata senza connessione per un bel po’ (lo sono ancora, per la verità!), quindi i miei ringraziamenti arrivano in ritardo!!! CIAO!

  12. @phoebes: di nulla ^______^

  13. Deve essere molto interessante!

  14. @anneheche: io l’ho trovato interessantissimo. Te lo consiglio.

  15. stamattina sono andato in libreria x acquistare questo libro ma nn c’era…ho fatto prenotare il libro…cosa ne pensi di Norman Mailer?

  16. @sorgoles: devo confessarti che non ho mai letto nulla di Mailer o___O

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...