Un sogno dentro un sogno

“Un sogno dentro un sogno” – AA.VV. – I Sognatori – pagg.119 – €. 9,50 + spese di spedizione.

Meglio tardi che mai; pur essendo stata la prima a ricevere questa raccolta di 10 racconti vincitori del concorso omonimo, mi sono fatta battere sul tempo proprio da uno dei vincitori (Fabio Giallombardo alias ordaragia), autore del secondo racconto della raccolta, che già ieri ha scritto un bel post a riguardo.

Ma veniamo al punto: questi racconti sono stati (tutti, chi più, chi meno) una gran bella sorpresa. Devo ammettere che non mi aspettavo un così alto livello sia di stile che di creatività. Avrebbe dovuto mettermi la classica “pulce nell’orecchio” l’annuncio con relative recensioni fatto da Aldo Moscatelli e Francesca Santamaria ( le anime, i corpi e i cervelli, nonché i proprietari della casa editrice) il giudizio dei quali, per me, è già una garanzia.

Ovviamente il tema della raccolta è il sogno, sviluppato dai dieci autori molto diversamente.

 

Il primo racconto è di Luigi Costa (alias Luis) e si intitola “La stanza dei sogni”.

Sembra quasi un monito a chi non sa apprezzare la propria vita, oppure a chi si fa prendere da delirio di onnipotenza, anche soltanto nei sogni. Il protagonista si isola nel suo mondo onirico e rifiuta la realtà, decretando di fatto la sua rovina. Una trama lineare e ben costruita, l’alternanza fra le scene di quotidianità e il sogno sono piacevoli, con un finale veramente sorprendente. Vivere soltanto sognando è molto pericoloso.

 

Il secondo racconto, di Fabio Giallombardo (alias ordaragia) è “L’uomo cane”.

L’ho riletto per ben tre volte, ed ogni volta mi è saltata agli occhi qualche raffinatezza, qualche riflessione sottintesa, un brandello di poesia in più. Credo che leggendolo ancora più volte scoprirei qualcos’altro, e credo che lo farò. Si intrecciano, nel racconto, le vite e i misteri di due personaggi emblematici (Empedocle e Ettore Majorana) vissuti in epoche lontanissime l’uno dall’altro ma che forse hanno avuto una visione simile del rapporto fra lo scienziato/filosofo e il resto del mondo inteso come società, storia, etica.

 

“Lux in tenebris” di Alessandra Lauro (alias esteliel) è il terzo.

Un magistrale racconto dell’orrore che ti trascina con sè fino a vivere quasi fisicamente il terrore e il dolore provati dal protagonista. Le descrizioni non lasciano scampo al lettore, l’atmosfera è sconvolgente e affascinante. Il finale veramente inimmaginabile. C’è anche un monito: non puoi dire di non aver paura di nulla, perché verrai orrendamente sconfessato. Alessandra mi ha colpita.

 

“In un petalo l’incanto” di Benito Lopez (alias digitpurpurea ), quarto racconto.

Una lettura a vari livelli; le tensioni e le insoddisfazioni inconfessate nel rapporto coniugale, i sentimenti e la sensualità appiattiti e scoloriti.Il senso di sconfitta di chi si sente scrittore ma deve condurre una vita completamente diversa, il desiderio di seguire i propri sogni che a volte porta ad un finale tragico. Temi i tuoi desideri, e se ti ritrovi a camminare su di un tappeto di petali rossi cerca di svegliarti subito.

 

“Agnus Dei” di Irene Mauriello; quinto racconto.

I rapporti familiari, i rapporti con gli altri, terribile tema. La protagonista sembra non essere la persona più adatta ad affrontarli, così insicura, così ansiosa. Ha perso quel che aveva, si ritrova su una panca di una chiesa a rivedere la sua vita con lo sguardo dell’allucinazione. Anche se, guardandosi intorno, non riuscirebbe a vedere nessuno al quale le cose siano andate molto meglio.

 

Sesto racconto:“I cacciatori di mostri” di Pietro Sansò (alias citoplasma).

Giovani improvvisati Ghostbusters. Quando due amici muoiono a distanza di poco tempo uno dall’altro, si nota un misterioso personaggio che si avvicina alle salme e le accarezza scomparendo subito dopo….

I personaggi sono tutto un programma: Cipenso, Sorriso, Turbante, Tiguardo. Piacevolissima atmosfera per-adolescenziale che ti fa rimpiangere quasi di essere ormai cresciuto, perché certe avventure fantastiche si vivono appieno solo a quell’età.

 

“Con gli occhi color delle viole”, settimo racconto di Francesca Petrino.

Questo è il messaggio che ne ho ricevuto: si può vivere ciechi, sordi e muti, ma non senza quell’amore che travalica e sovrasta ogni cosa. Dopo l’esperienza onirica del protagonista, infatti…

Racconto molto delicato e ben scritto. Ha un sapore di altri tempi.

 

Ottavo racconto: “Sognando” di Maurizio Bassani.

Può esistere, fra un uomo e una donna, una simbiosi totale, un fluire di pensieri e di sentimenti tali da vivere gli stessi sogni ogni notte, senza che il sesso entri a farne parte? E cos’è il sogno e cosa la realtà? Claudio credeva di avere queste risposte. Ora non ha più nulla. Inquietante.

 

“La signora” di Mauro Pisani, nono racconto.

L’eterno connubio tra sesso e morte sviluppato in un racconto molto piacevole. Una cena con finale a sorpresa.

 

“L’altro volto della luna” di Guido Marcelli, decimo racconto.

Atmosfera un po felliniana e un po kafkiana. Personaggi grotteschi e poetici al tempo stesso. Dove la povertà non ti può portare, ti ci portano il sogno e la poesia. Assolutamente geniale il rapporto stilato da un ignorantissimo funzionario di Commissariato.

 

Ho fatto del mio meglio, ora è l’una di notte e posso dirvi soltanto che questa raccolta deve essere acquistata e letta al più presto da tutti voi. Da parte mia ho intenzione di acquistarne almeno un’altra copia per regalarla a chi la può apprezzare. La mia non la do a nessuno, neanche in prestito (c’è anche la dedica dei Sognatori!!). Per ordinarlo: acquisti@casadeisognatori.com

24 commenti

Archiviato in libri, racconti

24 risposte a “Un sogno dentro un sogno

  1. Ed io che sono sonnambulo come te ho fatto un saltino sul blog, sapendo che avrei trovato le recensioni; poi non so che cosa andrò a raccontare fra 5 ore agli alunni…

  2. Isognatori

    SIAMO FELICI PER PATTY, QUINDI…[..] …segnaliamo la recensione che la nostra supporter "nottambula" ha pubblicato ieri sul suo blog. Il link è questo: http://pattybruce.splinder.com/post/14317365/Un+sogno+dentro+un+sogno Approfittiamo dell’occasione per ringraziarla pub [..]

  3. Grazie per queste segnalazioni, Patty :)Complimenti sinceri agli Autori.Un abbraccio!

  4. Ciao un grossobacione ,come va? da un po’ non passavo sul tuo blog ,ho avuto un po’ diproblemi con mia figlia influenzata poi appena guarita lei si e’ ammalata mia madre…..ma ora sonon tornata al eggerti sempre con grandissimo piacere

  5. la tua recensione più che positiva invoglia alla lettura. sei perfetta per fare pubblicità ad un libro 😉

  6. @ordaragia: io di solito a quell’ora dormo come un ciocco, come si suol dire, ma non volevo rimandare oltre questa piccola recensione. Sei deluso? Ho dovuto stringare parecchio, dieci racconti sono tanti.@tilli: bentornata. Mi fa sempre piacere quando passi di qui. Adesso è tutto a posto? Passo da te appena posso :*

  7. @Elisaday: solo se sono io ad essere entusiasta, altrimenti… ^____^

  8. Libro già ordinato, insieme ad altri due che “ispirano”. Ti saprò dire, è già stato bello leggere le recensioni, racconto per racconto. Buona notte di ottime letture!

  9. Anch’io voglio la copia con la dedica!!!! Troppo buona, vossignoria! Farò un bel collegamento a questo post sul mio blog. Sai che non mi ero reso conto di aver fatto un racconto così adolescenziale? Del resto Stephen King ha fatto lo stesso con IT (avessi solo un’unghia del mignolo del Maestro dell’Orrore…).Grazieeeee… io che le mie copie non le ho ancora ricevute…FRIGGGOOOO!

  10. citoplasma

    CITOPLASMA SEGNALA[..] Signori e signore, ecco a voi la prima recensione del libro "un sogno dentro un sogno" (e quindi anche del mio racconto "I cacciatori di mostri" ) sul blog clicca sull’immagine per saperne di più [..]

  11. Un sentito grazie anche a te! Sto scrivendo un post per il mio blog, spero non sia un problema se linko la tua recensione.Ale

  12. Esteliel

    Antologia![..] L’antologia è uscita da dieci giorni e io ancora non ho fatto un post. Lo so, sono imperdonabile. Mi ci vorrebbe una bella tirata d’orecchi, ma a mia discolpa posso dire che non l’ho fatto per pigrizia. Chiedetelo ai Flavi, proprio oggi ero in l [..]

  13. @1949paperina: brava! Spero che ti piaccia almeno la metà di quanto è piaciuto a me. Attendo il tuo parere con impazienza.@SimonaCWords: non c’è di che! Adesso ritorno a leggere la Munro ^___^@citoplasma: la dedica me la sono guadagnata come prima sostenitrice e cliente dei Sognatori (almeno nella blogsfera). E se ti può far piacere saperlo, il tuo breve racconto mi ha divertita molto più di quel librone di “IT” (non è che King sia tra i miei preferiti, ma il suo successo avrà un suo perché…). Linkami quando e come vuoi, mi fa molto piacere.@esteliel: se mi dispiace? Ma mi fa molto piacere!!! A proposito, ho inserito il libro anche su aNobii con un commento e il link a questo post.Più gente lo legge e meglio è!!

  14. Ti ringrazio anch’io per aver recensito il libro..

  15. @digitpurpurea: è stato un piacere! Complimenti anche a te ^___^

  16. O.T.: leggi un po’ che bella la nuova legge sull’editoria già approvatahttp://www.civile.it/news/visual.php?num=45712dovremo chiudere tutti il blog perchè sarà equiparato a una testata giornalistica o ci vogliamo iscrivere al ROC?? sono nauseata. Sarebbe bene che sempre + persone lo venissero a sapere.

  17. @Elisaday: si, l’ho saputo, grazie. Però, per ora, voglio pensare che questo non riguardi i blogs personali, qualunque sia l’argomento preferito del gestore di blog. Spero che si rivolga ai blogs che fanno dichiaratamente informazione (anche senza scopo di lucro) e non a quelli che buttano giù dei post per dire cosa ne pensano (a livello personale) del tal libro o del tal avvenimento. Se così non fosse, sarebbero cavoli veramente amari per tutti noi. Attendo delucidazioni da chi ne sa di più.

  18. sembra proprio una bella raccolta di sogni…

  19. Ci farò un pensiero.See ya!

  20. Libro (libri) arrivato oggi, non vedo l’ora di iniziare a leggere… salutoni, tu sei tornata alla Munro?

  21. @nicce: si, è così! ^___^@RObin: fai bene ;o)@1949paperina: sono proprio curiosa di sapere cosa ne pensi (anche degli altri), ne scriverai qualcosa sul tuo blog?

  22. Finito! Molto molto bello: la cosa che più mi ha colpito è lo stile con cui TUTTI i racconti sono scritti. Diversissimi uno dall’altro, eppure si completano e intersecano deliziosamente, le parole usate non sono mai solo per il gusto di stupire, ma trovano il “loro” posto nel contesto più appropriato. E’ davvero UN SOGNO che dieci persone “sconosciute” sappiano scrivere così: non saprei cosa aggiungere se non… continuate, continuate, continuate……

  23. Isognatori

    NUOVE SEGNALAZIONI[..] Segnaliamo per prima cosa la recensione de “L’orologio di cenere” stilata da Laura Costantini qui: http://lauraetlory.splinder.com/post/14585039/L%27orologio+di+cenere Consigliamo anche di leggere i commenti postati in seguito, da [..]

  24. @1949paperina: vedo che ancora una volta i nostri gusti letterari coincidono, e me ne compiaccio molto. Una volta abbiamo “chiacchierato” riguardo a queste conoscenze “blogghesche” che ci fanno sentire meno aliene, questa è una riprova, se mai ce ne fosse bisogno. Noto anche che I Sognatori hanno prontamente segnalato il tuo bel commento: grazie, amici, io ci sono molto poco, ultimamente, sia in senso primario che in senso secondario (Ci sei? Ce la fai? Sei connesso??)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...