"L’animale morente" – Philip Roth – Einaudi ET – pagg. 113 – €.7,80

Sicuramente non è fra i migliori lavori di Roth, ma pur sempre di Roth si tratta, quindi il livello è piuttosto alto.
Un professore universitario che negli anni sessanta abbraccia con entusiasmo la rivoluzione sessuale, abbandona moglie e figlioletto di otto anni, e decide di vivere la sua vita senza legami affettivi per poter dar sfogo alla sua sessualità famelica senza problemi. Per molti anni tutto sembra funzionare a meraviglia, si porta a letto una gran quantità di allieve senza mai legarsi a nessuna. Giunto all’età di sessantadue anni conosce Consuela, una sua allieva cubana di ventiquattro anni che gli sconvolge la vita e diventa la sua ossessione. La passione sfrenata e avvelenata dalla gelosia per il corpo di questa giovane donna e il desiderio di quest’uomo mai diminuito nemmeno con l’avanzare dell’età sono il tema predominante del racconto, assieme al tema della vecchiaia, della malattia e della morte che sono presenti in molti degli ultimi romanzi di Roth (Everyman, Patrimonio, etc. etc.).

12 commenti

Archiviato in libri

12 risposte a “

  1. accidenti quanto stai leggendo :O

  2. @Zeruhur: sto recuperando tutto quello che non ho potuto leggere nel 2007 ^____^

  3. Ah, questo è stato il libro che ho scelto per iniziare Roth 😉

  4. @Harion: già, me lo ricordo. Comunque, tieni presente che non è fra i più belli, ma forse è meglio andare in crescendo ^___^

  5. Ti ho risposto da me per la N.Beh sai, era la trama che mi ispirava di più in quel momento (e anche il prezzo più accessibile!)Magari mi piacerà così tanto (perché sento che una trama così è fatta per ma!) che diventerò un’appassionata di Roth :DNotte notte (si io vado a letto insieme alle galline, coccodèèè!)

  6. @Harion: ti confesso che l’aspetto che meno mi è piaciuto in questo romanzo è questa importanza esagerata che il protagonista dà al sesso, questa sua ossessione che permea tutto il racconto e che alla fine mi ha un pochino nauseata. Risulta un po ridicolo un personaggio che riduce tutta la sua esistenza alle esigenze sessuali del suo corpo, fino alla fine per lui è la cosa più importante.

  7. Argh, vabbeh dai…ti farò sapere!

  8. questo non lo conscevo….lo metterò in coda, tanto martedi’ è il mio compleanno….

  9. @gonzolettore: passerò da te per farti gli auguri ^_____^

  10. Pare che sia in uscita un film tratto da “L’animale morente” ed interpretato da Ben Kingsley e Penelope Cruz (bhe!). Non so proprio cosa ne uscirà…

  11. Venerdì alla Melbook nel reparto usato ho trovato, nuovo ancora incellofanato ma a metà prezzo, “lo scrittore fantasma” di Roth, potevo lasciarlo lì? sempre nelle stesse perfette condizioni (c’era una specie di stock dell’Einaudi) mi sono accaparrata Tenera è la notte, la cosa + bella è che non ho speso nemmeno 10 euro in totale. Queste sì che sono soddisfazioni!

  12. @Elisaday: grandioso! Mi sono sempre rammaricata del fatto che non ci siano dei Melbook stores a Milano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...