“La moglie di don Giovanni” – Irène Némirovsky – Adelphi – pagg. 46 – €. 5,50

 Primi decenni del novecento. Il racconto ha la forma di una lunga lettera, scritta in più giorni dall’anziana domestica morente, Clemènce, ad una giovane madre alla quale svela i segreti della sua famiglia distrutta dagli avvenimenti drammatici che si svolsero quando ancora era una bambina.
La giovane donna si chiama Monique. Era figlia di una donna dell’alta società parigina, (bruttina e sgraziata ma dotata di un’intelligenza vivace) e di un uomo bellissimo, nobile decaduto e squattrinato e famoso donnaiolo idolatrato da tutto il genere femminile.
Clemènce racconta di quando era giovane e lavorava per la madre di Monique, che tutti compiangevano per i ripetuti tradimenti del marito. La signora sopportava tutto e si comportava con molta signorilità, purché il marito non la lasciasse.
La Némirovsky descrive una donna disperatamente conscia della propria mancanza di fascino e di grazia, ma orgogliosa del suo rango elevato e attenta a tutti gli obblighi che esso comportava. Fino all’epilogo tragico. Il marito, Henry, è un uomo vacuo e leggero, che sottovaluta gli altrui sentimenti e che in fondo, ci lascia capire, si meriterà la sua fine prematura e violenta. Sullo sfondo, ancora una volta, la mancanza d’affetto che soffrono i figli, a causa di due genitori troppo presi da se stessi.

Con questo gioiellino la Némirovsky ribadisce la sua incredibile capacità di descrivere, sintetizzando senza tralasciare nulla, tutta una classe sociale, la sua epoca ed i suoi personaggi, in sole 46 pagine (cosa che in me suscita sempre stupore e grande ammirazione).

Segue una postfazione di Giorgio Pinotti e delle note bibliografiche.

8 commenti

Archiviato in libri

8 risposte a “

  1. Non ho ancora letto questo libro che mi sembra bello da come lo descrivi, grazie, Giulia

  2. @giuba47: è piccolino, molto bello e si legge tutto d’un fiato. Te lo consiglio.

  3. OT: sei stata velocissima a commentare il mio post su carr 😉 Non poteva non piacermi, è veramente un ottimo giallo

  4. @Elisaday: passavo di lì… ^___^

  5. Fantastico come le altre cose che ho letto della Némirovsky…

  6. @ortensia51: la penso così anch’io. Ora mi manca solo “David Golder”, poi ho letto tutto quello che è stato pubblicato in Italia.

  7. anonimo

    Ho letto quasi tutto della Nemirowsky…e non ti stanchi mai di leggerla. Pat

  8. @pat: adesso ne è uscito un altro che ho già comprato e non ancora letto. Vedi il penultimo post..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...