"Nido vuoto" – Alicia Giménez-Bartlett – Sellerio – pagg.398 – €. 13,00

Un giallo che si potrebbe accostare a quelli di Camilleri con il commissario Montalbano, oppure a quelli di Carofiglio con l’avvocato Guerrieri. Se non altro per il grande spazio che lascia alla caratterizzazione e alla psicologia dei personaggi, ai quali si finisce poi per affezionarsi. Il commissario Pedra Delicado e il suo vice Fermìn Garzòn sono persone comuni, molto umane e sensibili, che fanno il loro lavoro con passione. Le loro esistenze sono costellate di dubbi e di problemi, come quelle di tutti. E quando si accostano, nel corso di una indagine, all’oscuro mondo della prostituzione minorile e della pedofilia in genere, ne vivono tutto l’orrore che li porta a vacillare psicologicamente. Non si può dire molto di un giallo, se non si vuole rovinare l’altrui lettura. Mi fermo qui. Romanzo piacevole.

5 commenti

Archiviato in libri

5 risposte a “

  1. Io ho letto “Messaggeri dell’oscurità” e sono rimasto piacevolmente colpito. Si vede che è scritto da una donna, perchè si interroga continuamente sul mondo maschile e ne offre una visione molto molto femminile. Anche la tensione narrativa e investigativa hanno dei ritmi rispettabili.Lo spunto da cui parte il libro poi è proprio intrigante: a Pedra qualcuno spedisce uno dopo l’altro dei peni umani conservati in formaldeide, ma fino a metà libro non si capisce a chi appartengano e da dove mai vengano…

  2. Anche io ho letto Nido Vuoto e mi e’ piaciuto, come altri della serie di Pedra Delicado, proprio per questo approfondimento della parte psicologica dei personaggi, che fa si’ che un thriller non sia solo tale ma qualcosa di piu’. E ci sono dei lati del carattere di Pedra con i quali, talvolta, mi identifico o che comunque capisco bene….:o))

  3. @citoplasma: sicuramente ne leggerò altri, ma dato che devo ancora leggere almeno una cinquantina di libri che ho in casa, dovranno aspettare un po ^___^@aleike: sissì!! Anch’io sono un’orsa burbera che ama la solitudine, nei limiti che consente un matrimonio venticinquennale con prole.

  4. Pedra e Fermin io li adoto, ma lei ha scritto anche delle belle storie senza di loro, tipo Una stanza tutta per gli atrli,ciao ciao, gb

  5. @Gonzolettore: grazie della dritta, prendo nota. CIAO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...