Libri letti di recente: parte terza

La pila di libri dei quali vorrei parlarvi prima di riporli nella libreria, invece di ridursi aumenta sempre di più. Sarà bene che mi porti avanti in questi giorni, prima che mi crolli addosso e mi sommerga.
"Il sergente nella neve" – Mario Rigoni Stern – Einaudi ET – pagg. 139 – €.8,50 (sc 30%)
Qualche giorno dopo aver finito questa lettura, ho appreso dal telegiornale che Mario Rigoni Stern era morto. Questo è il suo romanzo più famoso, ed io l’avevo iniziato dopo vari tentennamenti, a causa della mia avversione per i racconti di guerra, di montagna e di climi rigidi: mi sbagliavo di grosso. E’ stata una vera e propria rivelazione. Il suo linguaggio scarno e colorato da termini gergali e dialettali, la sua intensità e la sua concretezza, la sua tensione morale priva di retorica mi hanno conquistata. Scritta da chiunque altro, la ritirata di Russia degli Alpini mi avrebbe sicuramente annoiata. Che fortuna aver superate le mie resistenze! E che peccato che questo grande autore sia scomparso.

"Persepolis" versione integrale – Marjane Satrapi – Lizard – pagg.352 –  €. 22,50
E’ già stato detto molto di questa graphic novel  di grande successo  e della sua autrice iraniana.  Non posso che confermare, per quel che vale il mio giudizio, tutte le lodi  che  ho raccolto qui e là  nel Web  e sulla stampa.  Anche il film  d’animazione che  ne è stato tratto  ha ricevuto  un premio a Cannes, se non  erro. 
Attraverso i racconti dei suoi familiari e della stessa Marjane, si rivive la storia dell’Iran dai tempi dello Scià ad oggi. La rivoluzione, la Repubblica islamica, i massacri e le torture agli oppositori, il ruolo della donna che si involve fino a perdere qualsiasi diritto. Su questo sfondo la storia di Marjane, emigrata in Austria, da sola fin da ragazzina, che torna nel suo Paese per poi rendersi conto che non appartiene più a nessun Paese, né  all’Europa né all’Iran. I disegni sono essenziali ma efficacissimi nel rendere le atmosfere e i sentimenti dei protagonisti.

"Nessun dove" – Neil Gaiman – Fanucci – pagg. 335 –  €. 8,90
Fantasy metropolitano, questa è la definizione che mi sorge spontanea. Sotto la città di Londra esiste un mondo parallelo inimmaginabile, popolato da mostri e cavalieri, angeli e assassini spietati, ragazzine dai poteri soprannaturali, ratti intelligenti, frati neri che custodiscono una misteriosa chiave. E’ in questo mondo che precipita  Richard, giovane uomo d’affari, e forse non ne uscirà mai più.  Racconto piacevole con qualche  trovata veramente  indovinata,  pur non essendo il mio genere preferito l’ho letto con piacere e mi sono divertita  con i suoi personaggi strampalati e affascinanti.

Per i prossimi tre vi rimando a domani, o forse a lunedì ,  ma ne ho ancora parecchi

5 commenti

Archiviato in libri

5 risposte a “Libri letti di recente: parte terza

  1. Siccome sono proprio come te sui racconti e le storie di guerra (anche per quanto riguarda i film), mi fido ciecamente di quel che dici del libro di Rigoni Stern, scrittore che, ahime’, non ho mai letto. Inizero’ da questo.:o)

  2. @aleike: per me è stata veramente una bella sorpresa. Se mai ti venisse voglia di provare, non credo che ti deluderebbe.

  3. anonimo

    per quanto riguarda il libro di Stern ti consiglio di vedere anche la trasposizione teatrale di Paolini, mantiene intatta la caratteristica narrativa dialettale con in più quel senso di verità palpabile che riesce a rendere lui nei suoi monologhi.

  4. @utente anonimo: grazie, dev’essere bello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...