Vergognosa latitanza

Settembre ha portato con sé numerosi impegni, alcuni molto piacevoli, altri delle vere e proprie "grane". Tanto per fare degli esempi:
ho deciso, spinta da necessità lavorative, di frequentare dei corsi di perfezionamento della lingua inglese (1 ora tre volte alla settimana, di questo passo finirò a primavera inoltrata).
Siamo stati oggetto di  un accertamento fiscale che ci ha costretti a reperire una gran quantità di documenti relativi al 2005, e poi alla fine è risultato che il Fisco aveva ragione, quindi ci arriverà una bella multa (peggio per noi che siamo dei distratti).
Contemporaneamente ci aumenteranno l’affitto di casa di un buon 30%
C’è stato il battesimo del mio nipotino più piccolo (Michele).
C’è stato il piacevolissimo compito di giudicare i racconti del concorso "Un sogno dentro un sogno" in lizza per il premio speciale della giuria.
I miei elettrodomestici hanno deciso di morire tutti in questo periodo. Domenica è stato il turno della lavastoviglie ( logicamente strapiena di stoviglie sporche).
Meglio che non aggiunga altro, tanto un’idea ve la siete fatta. Tutto questo per tentare di giustificare la mia vergognosa latitanza sul fronte dei commenti ai libri, anche se la verità di fondo è che sono in un periodo di abulia totale.
Prometto che, un po alla volta, scriverò qualcosa sui libri letti, magari solo quelli che ho trovato veramente belli e interessanti. Comunque la lista dei migliori è la seguente:


I VICERE’ di De Roberto (MERAVIGLIOSO)
LA FIERA DELLE VANITA’ di Thackeray (GRANDISSIMO)
IL BUIO OLTRE LA SIEPE di Harper Lee (BELLISSIMO)
ARTEMISIA di Anna Banti (BELLO E INTERESSANTE)
DANCE,DANCE, DANCE di Murakami Haruki (BELLO, MOLTO STRANO)
TI PRENDO E TI PORTO VIA di Ammaniti (COMICO E TRAGICO AL TEMPO STESSO).

Sugli altri quattro non credo che scriverò nulla, se non qualche notarella breve, secondo me non ne vale la pena.
Ora sto leggendo contemporaneamente I BUDDENBROOK di Mann e IL GIARDINO DEI FINZI-CONTINI di Bassani.

Per quanto riguarda le sfide di aNobii sono impegnata attualmente nella "Sfida dei MATTONAZZI" (3 mattonazzi su 5 letti finora) e nella "Sfida dell’ALFABETO" , 26 libri da leggere rigorosamente in ordine alfabetico per autore (sto leggendo il secondo, lettera B). Ovviamente "I Buddenbrook" è il quarto mattonazzo e "Il giardino dei Finzi-Contini" è la lettera B della sfida dell’alfabeto.

18 commenti

Archiviato in libri, personale

18 risposte a “Vergognosa latitanza

  1. ci sono periodi in cui pare che si accumuli tutto…passano!!!Quindi Dance dance dance lo hai finito…strano?!dici?! cmq quello è lo stile di Murakami che mi piace di più…a me ricorda molto Kafka

  2. @dreca: vero, un po kafkiano. Personalmente io ho preferito “Norwegian wood (Tokio blues)” però anche questo è molto bello.

  3. sei una pazza suicida a raccogliere certe sfide! (mattonazzo e ordine alfabetico)Io non ci riuscirei mai: riesco a leggere di tutto – finora il record di lunghezza è IL CAVALLO ROSSI di Corti, che è anche nella top3 – ma solo quando ne ho voglia.Comunque davvero un bel blog, complimenti! Prenderò spunto da te per i prossimi libri (ho appena inaugurato la “sezione russa”, mi salvi chi può!).Martino

  4. @MartinoSavorani: il fatto è che io ho SEMPRE voglia di leggere, salvo periodi particolari (le vacanze estive o una depressione terribile, per esempio). Dal 1 gennaio ad oggi ho letto 59 libri, fra i quali alcuni “mattonazzi”. Una sezione russa? Mi piace molto! Vengo a vedere.

  5. Io di Kafka ho un solo libro, di racconti, sarà la vecchissima traduzione (è di mio papà) ma l’ho trovato illeggibile. Murakami…be’, semplicemente lo amo! E Con la fiera delle vanità mi hai riportato ai miei sedici anni…. ammiro la tua capacità di leggere i mattonazzi, io non ci riesco… ci ho provato con Mann, Fogazzaro e altri ancora che non leggerò mai….

  6. @ortensia51: io, invece, più sono mattonazzi e più mi piacciono. Perché mi affeziono alle grandi storie e vorrei che non finissero mai. C’è il tempo di conoscere bene i personaggi, i luoghi, i periodi storici. Insomma mi danno l’idea di un’opera più “completa”. Al contrario, di norma non amo molto i racconti (anche se ne ho letti di veramente belli)

  7. Mi sposto un attimo dall’argomento libri per darti tutta la mia solidarieta’ per la morte della lavapiatti con piatti lerci dentro, immagino l’orrore. E solidarizzo pure per aumento affitto.:o( Per fortuna esiste la lettura per distaccarsi da tutto cio’.Citi molte cose che non ho letto che mi stimolano (la Banti, per esempio, e IL BUIO OLTRE LA SIEPE, che e’ una vita che voglio leggere). Io sto procedendo con Larsson, UOMINI CHE ODIANO LE DONNE, molto avvincente.:o)

  8. Ciao Patty molto bello Norwegian wood ( “Beatles” ‘s song vero?). Sono curioso di conoscere il tuo pensiero su Bassani e il suo libro più celebrato. Quanto a Mann “I Buddenbrok” , bene… ma è ” La montagna incantata” per me il vero mattonazzo!! Anche il PHON? Franco.

  9. Toh, si è tutti in crisi blogghista a quanto pare.Io mi son buttato sugli autori scandinavi e ugrofinnici ultimamente, anche se da qualche settimana sono infognato con la saga della Torre Nera di King che un mio amico mi ha passato. Io che di King non avevo mai letto nulla…

  10. @aleike: grazie per la solidarietà ^___^”Artemisia” è la storia triste di una donna pittrice, troppo fuori dagli schemi e troppo “avanti” per l’epoca in cui ha vissuto. “Il buio oltre la siepe” è DELIZIOSO.@uskaralis07: prima o poi leggerò anche “La montagna incantata”. Ce l’ho qui nella libreria che mi guarda…@RObin: gli ugrofinnici mi fanno un po paura, per dirti la verità. Per quanto riguarda King ho letto soltanto “Shining” (preferisco il film) ,”La bambina che amava Tom Gordon” (così così), “IT” (non mi piace) e “La zona morta” (idem come sopra).

  11. vedo che non sono la sola a far “morire” il blog 😉 Io sono presa + da altri social networks ultimamente e splinder l’ho lasciato perdere, spero che mi ritorni la voglia, un po’ mi dispiace! Per quanto riguarda il mio week-end milanese, è stato abbastanza pieno, però, in effetti, avrei potuto dirtelo e vederci domenica tarda mattinata, sempre che tu avessi voglia di fare shopping 😉 quando vengo a Milano, approfitto per fare razzia all’h&M, qui a Firenze ancora non c’è (anche se pare debba veramente aprire a breve). sono venuta via presto perchè la sera avevo un compleanno ma sono stata molto bene. Magari un’altra volta!!

  12. @Elisaday: ok, allora ci conto ^___^

  13. Io lascio un commento su “La fiera delle vanità”.Non amo molto i romanzi-telenovela (ne ho letto sorprendentemente tanti, compresi quelli della Austen che davvero non sopporto), ma tra i vari “Middlemarch”, “Menzogna e sortilegio” e molti altri, “La fiera delle vanità” è quello che mi ha lasciato un buon ricordo. Anzi, alcuni ricordi, visto che degli altri ho dimenticato pressochè tutto. C’è quella scena meravigliosa, in cui Thackeray si dimostra romanziere d’alta classe, nella quale la morte di un personaggio arriva così, come un fulmine a ciel sereno. Due righe solamente, portentose sul piano “visivo”.Poi c’è la satira sociale, sottile (non sarà Swift, ma si difende benissimo) ma efficace.Sicuramente un libro da leggere.Aldo

  14. @ISognatori: d’accordissimo, Aldo. E’ proprio l’elegante spietatezza con la quale Thackeray mette in ridicolo la vanità e la sete di potere e successo dei suoi personaggi, che me lo ha fatto amare. D’altra parte anche i personaggi “positivi” (due in tutto, se vogliamo) ci fanno un po la figura degli ingenui sprovveduti e deboli, incapaci di difendersi e di provare, per così dire, la giusta dose di autostima che spesso ti salva la vita.

  15. Certo che fa un po’ di impressione vedere definiti autori di telenovelas gente cone Jane Austen, George Eliot ed Elsa Morante.

  16. @gabrilu: capisco il tuo sconcerto, ma conoscendo Aldo so che cosa intende dire. E seppure io userei forse altre definizioni, sono abbastanza vicina ai suoi gusti letterari.

  17. Tilascio un vagone di abbracci…anche a me sono piovute addosso contrarieta’ di ogni genere se sopravvivero’ alla autunno tornero’ piu’ presente sul mio e gli altrui blog

  18. @tilli: ciao, cara, bentornata! Ma che avatar carino hai!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...