La “non classifica” del 2008

Ho provato a stilare la classica "top ten" dei migliori libri letti nel 2008, ma le difficoltà erano insormontabili. Non riesco a metterli in ordine di gradimento, né a restringere l’elenco a soli 10 titoli. Quindi vi espongo un elenco in ordine alfabetico per autore che comprende 18 titoli, ma che dovrebbe includerne anche altri. Pare che il 2008 sia stato un anno fortunato per le mie letture.

Federico De Roberto:
"I Vicerè"

Yasmina Kadra:
"Le rondini di Kabul"

Stieg Larsson:
"Uomini che odiano le donne"

Primo Levi:
"I sommersi e i salvati"
"La chiave a stella"

Sándor Márai:
"Le braci"

Aldo Moscatelli:
"Hitler era innocente"

Murakami Haruki:
"Norwegian wood (Tokio blues)"

Irène Némirovsky:
"Suite francese"
"David Golder"

Mario Rigoni Stern:
"Il sergente nella neve"

Philip Roth:

"Il complotto contro l’America"
"Patrimonio"
"Il fantasma esce di scena"
"Operazione Shylock"

Marjane Satrapi:
"Persepolis"  (graphic novel)

Art Spiegelman:
"MAUS!" (graphic novel)

William Makepeace Thackeray:
"La fiera delle vanità"

17 commenti

Archiviato in libri

17 risposte a “La “non classifica” del 2008

  1. Che bell’elenco!io ho messo il mio bottino natalizio, ossia i libri che mi hanno regalato piu’ quelli della Feltrinelli, sul comodino, come sempre.Solo che ormai il tutto sembra una torre di Pisa ondeggiante….Mi sono ripromessa, per un po’, di non comprare nulla, eccetto Larsson!:o)

  2. @aleike: la mia torre dei libri da leggere per ora ne conta 35, ma domenica aumenterà notevolmente ;o)

  3. Io non riesco a fare l’elenco dei 10 libri dell’anno, cambio idea troppo spesso e poi sono troppo diverse le letture del 2008 per riuscire davvero a farlo… Comunque Brava!!LuisaMiao

  4. @LuisaMiao: anche le mie letture del 2008 sono state molto varie, per questo la mia è una “non classifica”.Ci vediamo domenica!!! Non vedo l’ora ^___^

  5. io ho rimesso a posto la libreria e lasciato uno scaffale con le urgenze da leggere, preferisco non mettere più niente sul comodino o una notte mi crollerà sulla testa…

  6. Anch’io ho letto Maus, davvero molto bello! E ho Uomini che odiano le donne sul comodino. Mi intimidisce un po’, visto lo spessore… ma sapere che è un preferito di molti mi rassicura!Alessandra

  7. @Gonzolettore: sul comodino li metto uno alla volta, per il resto ho un ripiano sopra il PC, ma a volte non basta O___°@Alessandra: “MAUS!” è davvero bellissimo, e non preoccuparti per “Uomini che odiano le donne”, dopo le prime pagine è scorrevolissimo e si legge tutto d’un fiato.

  8. Ho iniziato e quasi finito Aglio, menta e basilico: mi sembra di capire che mi sono persa molto finora! Pensa come succede, io non lo conoscevo per niente, neanche della sua storia, della sua vita, a volte si hanno dei buchi incredibili. Ora, passata la sbornia dei libri accumulati, voglio ASSOLUTAMENTE leggere gli altri!Vedi come sono utili queste sortite alla Feltrinelli?ci si passano le idee, i consigli. Norwegian Wood lo scorso anno lo presi proprio perche’ consigliata da, credo, Dreca e le Gonzo.:o)

  9. @aleike: infatti, Murakami l’avevo comprato anch’io in quella occasione. Oggi sono andata a cercare “Casino totale” ma non l’ho trovato. Comunque domani esce Larsson, quindi ne approfitterò per spendere i 30€ dei punti accumulati,visto che non si possono abbinare al buono-regalo.

  10. ciao sono patty su anobii ti ho lasciato un commento li

  11. @Patty: benvenuta!!! Quanto prima ti verrò a trovare sul tuo blog.

  12. complimenti, belle letture!

  13. @Mnasi: grazie!! Ricambierò la visita appena posso.

  14. @IsabelleTostin: visto. Ti ho lasciato un commentino. ;o)

  15. E io che ci faccio in compagnia di gente come Spiegelman e Levi?Va beh, complessi di inferiorità a parte, dico a te quel che ho detto a Isabelle Tostin in merito all’inclusione di “Altrove da me” nella sua lista dei migliori libri 2008: sono orgoglioso e stupito. E anche uno zinzino imbarazzato. Nei blog dei lettori VERI, veder comparire il proprio libro (e quello della scrittrice pubblicata) fa un certo effetto. Avrei altre cose da dire (ho cancellato parte del commento all’ultimo momento), ma preferisco limitarmi a un sentito GRAZIE.Un abbraccio,Aldo

  16. @ISognatori: ma Aldo! Da quando in qua tu non dici quel che hai da dire?Non ti riconosco più ^____^Scherzi a parte, non sono la sola ad aver apprezzato il tuo romanzo, ho letto delle bellissime recensioni di lettori VERI, e anche quel bell’articolo sul mensile. Il problema è che sono in pochi a conoscerlo. Non ho sicuramente esagerato nell’affermare che “Hitler era innocente” rientra fra i migliori 18 libri (su 103) che ho letto nel 2008, e che puoi stare tranquillamente a fianco di questi grandi nomi, perlomeno con questo libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...