"Sotto l’albero di mimosa" – Caterina Armentano – Aletti Editore – pagg.58 – €.13,00.

L’autrice:

Caterina Armentano, nata a Cassano allo Ionio nel 1980, è una tra i vincitori del concorso "Un sogno dentro un sogno vol.2" (con il racconto "Angelus"), ha vinto nel 2007 il concorso "Cose da donne dette da donne" (con il racconto "Lettera dal passato", presente in questa raccolta). Ha inoltre pubblicato svariate poesie all’interno di varie raccolte e una raccolta di sue poesie dal titolo "Il sentiero delle parole".

I racconti:

Otto racconti che parlano di donne. Storie di donne emarginate, sole, infelici. Donne generose e forti, oppure egoiste e viziate, ognuna con il suo dramma, e con il suo modo, tutto al femminile, di affrontare la vita. Persino la prima donna, Eva fa sentire la sua voce nell’ultimo racconto "Eva: blasfema e infedele", mentre in "Lacci e catene" la protagonista è una giovane disabile mentale, che alla morte della madre si ritrova schiacciata da un mondo ostile ed egoista. In "Lettera dal passato" una donna racconta della propria madre intenta ad immaginare una figlia che ancora non ha, e che, nei suoi sogni, vivrà una vita migliore, nella quale non ci sarà posto per l’ignoranza, le botte, il disprezzo degli altri.
Caterina Armentano ha un mondo pieno di sentimenti ed emozioni forti da riversare sui suoi lettori. Si scorgono grandi potenzialità di scrittrice, leggendo i suoi racconti.
Quello che ancora non ha raggiunto, a mio parere, è una buona padronanza della lingua scritta, che purtroppo denota degli errori di forma e di grammatica. Ma soprattutto le è mancato l’aiuto di un editore che si affiancasse a lei per migliorare la stesura dei suoi lavori e che  fosse più attento ai refusi e agli errori di stampa. Prova ne sia che nel suo racconto "Angelus", che sicuramente i Sognatori hanno riveduto e discusso insieme a lei, questi errori non ci sono.

11 commenti

Archiviato in concorso, libri, racconti, scrittori esordienti

11 risposte a “

  1. Cose che capitano e…danno ragione a Aldo Moscatelli. Franco

  2. Sono andato a trovare Caterina Armentano, a leggere qualcosa di suo, postato in diretta, e devo dire che quelle lacune da te segnalate hanno trovato ulteriore conferma. In casa Aletti…beh forse si va un po’ di fretta, dall’originale alla stampa, e questo non aiuta di certo l’autore.

  3. Grazie Patty per la recensione e per il tempo che hai dedicato al mio libro. Hai fatto un’attenta analisi dei miei racconti. Volevo solo aggiungere che questa raccolta è stata scritta tre anni fa anche se pubblicata lo scorso anno. Questo sta a significare che le evoluzioni che hai notato in Angelus non sono solo opera di Aldo ma è anche una maturazione letteraria mia che è avvenuta negli anni. La raccolta di racconti è stata pubblicata senza consentirmi delle correzioni in quanto l’editore, avendo accettato il dattiloscritto per il concorso per contratto ha voluto pubblicare la prima stesura.A uskaralis07 voglio solo dire che sono consapevole delle mie lacune, lacune per cui ci sono dei perchè (che non sto qui ad elencare) che sto provando ad eliminare. Di una cosa sono certa: c’è gente molto più istruita di me che ha problemi con la lingua e che scrive per colossi editoriali. Tutti gli scrittori hanno bisogno di editing anche chi si crede bravo in assoluto! Tutto questo naturalmente non offusca il talento quando c’è ed è reale!

  4. @caterinaarmenta: non ho mai messo in dubbio il tuo talento, come puoi evincere anche da questo post. Poi, l’istruzione scolastica (liceo/università) ha peso fino a un certo punto (te lo dice una che ha fatto la scuola dell’obbligo), mentre, secondo me, è molto importante leggere tantissimo e assorbire come una spugna quello che i grandi scrittori ci insegnano. Sono sicura che in futuro ci mostrerai di cosa sei capace, e aspetto la tua prossima opera.

  5. Sono convinta che ti piacerà…parla di donne, non per ripetermi ma credo sia un tema affascinante…hai ragione la lettura è la prima scuola. Grazie ancora. Un bacio.

  6. @caterinaarmenta: benissimo! Non vedo l’ora. Però ti prego TROVATI UN’ALTRA CASA EDITRICE!

  7. Non c’è bisogno di dirlo…e poi l’editing è già stato fatto quindi ora il mio nuovo libro sarà correttissimo…in tutti i sensi…ma ci vorrà un po’ di tempo per la pubblicazione.

  8. Io lo sto leggendo il libro di Caterina per cui non mi pronuncio al momento. Di sicuro lei ha un grane talento e Angelus mostra la sua crescita. Purtroppo nessuna opera dovrebbe essere mandata in stampa così com’è perchè per quanto un autore la possa rileggere e correggere e far correggere ha comunque sempre bisogno dello sguardo ampio di un esperto. E’ discutibile non fare l’editing o una correzione di bozze a un testo!

  9. @ElysSun: vedo che siamo d’accordo. E detto da una scrittrice è una forte conferma alle mie teorie.

  10. O___O Patty…mi hai fatta arrossire! Grazie per avermi chiamata scrittrice! ^__^

  11. @ElysSun: abituati all’idea. Una persona che scrive, viene pubblicata e riceve dei riconoscimenti E’ una scrittrice, qualsiasi altro lavoro faccia per campare ^___^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...