"Il sonaglio" – Andrea Camilleri – Sellerio –
pagg. 197 –
€. 12,00


Torna il Camilleri de "Il casellante" e  di "Maruzza Musumeci".
Nato nei primi anni del novecento nella ormai famosa Vigata, Giurlà è figlio di poveri pescatori, nuota come un pesce e il mare è il suo elemento. A dodici anni rischia, per necessità della famiglia, di finire nelle miniere di zolfo a lavorare a centinaia di metri sottoterra, ma un colpo di furtuna, nelle vesti di un cliente del padre, lo fa diventare capraio, in montagna.
Giurlà si trasforma ben presto in un montanaro forte e schivo, elegge a sua compagna la capra Beba, legge Lucrezio, ascolta i racconti di una donna istruita che, insieme alle altre, sale a mungere le capre una volta a settimana. Questa donna racconta dei miti antichi, delle metamorfosi, Giove che si fa cigno per Leda, Parsifae che genera il Minotauro.
Per Giurlà il mito della metamorfosi diventa realtà quando incontra la marchesina Anita…
Il tema principale del romanzo è la trasformazione, il mutamento nella vita reale e nel mito, fin quasi a fonderli. Il finale è malinconicamente positivo.

Lascia un commento

Archiviato in libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...