"Il contesto" – Leonardo Sciascia – Adelphi – pagg. 133 – €.8,00
Davvero curiosa la ragione che mi ha spinta a leggere questo romanzo: stavo rivedendo per l’ennesima volta "Giovanni Falcone", il film per la tv disponibile sul sito della RAI, quando la mia attenzione è stata attirata da una frase:
Giudice Costa – "Dott. Falcone,  ha mai letto "Il contesto" di Sciascia? No? Bhe, dovrebbe.  E’ la storia di un giovane investigatore che indaga con ostinazione quasi ossessiva su quello che da prima sembra un piccolo omicidio di mafia e invece nasconde ben altro. Io ho incominciato a leggerlo con molto divertimento, ma alla fine non mi divertivo più".
 
Il giorno dopo l’ho comprato.

Nel romanzo non c’è un protagonista principale: appena credi di averlo individuato, muore e viene sostituito da un altro, e così per varie volte, fino alla fine, quando anche l’ultimo dei protagonisti, che abbiamo a malapena conosciuto, si appresta a fare la stessa fine, oramai scontata.
L’inchiesta sulla morte di alcuni (parecchi) magistrati e giudici, svolta in un luogo "immaginario" dai nomi astrusi, sia delle città che dei personaggi, non è che un pretesto per descrivere personaggi pubblici corrotti, collusi o nel migliore dei casi omertosi. Parla della "cultura" mafiosa, radicata nel quotidiano, che impedisce alle poche persone coraggiose e profondamente oneste di sopravvivere rimanendo tali.

"Abito da sera" – Mishima Yukio – Oscar Mondadori – pagg. 214 – €. 9,80
Pubblicato a puntate su di un quotidiano giapponese, questo è il romanzo più atipico e meno conosciuto di Mishima Yukio. Abituata alla lirica profondamente introspettiva dell’autore, sono rimasta un tantino spiazzata. Va sottolineata comunque la dura critica alla società giapponese post bellica. Qui si denuncia la ricerca spasmodica d’imitazione dell’alta società occidentale, la superficialità dell’apparire e presenziare a tutti i costi, lo snobismo dei nuovi ricchi e la perdita dei valori: tutte malattie importate che hanno attecchito senza difficoltà.
Mishima, personaggio controverso sia nella vita pubblica che in quella privata, muore suicida nel 1970 mediante la cerimonia pubblica ( in diretta tv) detta seppuku.

7 commenti

Archiviato in libri

7 risposte a “

  1. Non sapevo del suicidio di Yukio Mishima secondo il rituale del seppuko…! Lo si può quindi considerare un samurai?

  2. @IsabelleTostin: aveva il culto dell’Imperatore, era uno strenuo sostenitore delle antiche tradizioni, ma era anche pieno di contraddizioni. Nella sua breve vita ha fatto anche il commediografo e ha recitato con Bruce Lee, se non sbaglio. Se ti va di seguire il link che ho messo al suo nome, puoi trovare parecchie informazioni.

  3. Pur amando Mishima, non conoscevo questo libro… Grazie per averlo segnalato! 🙂

  4. @elenaS83: ma prego! Io l’ho scoperto spulciando Feltrinelli online. Però non ti aspettare il solito Mishima, ti avviso. Comunque non mi è dispiaciuto.

  5. Mishima ha fatto uno dei suicidi ideologici piu’ “belli” che si potessero fare in quegli anni. Ha occupato l’ufficio di un generale dell’esercito, e’ uscito a sbraitare dal balcone cose contro la costituzione e a favore dei valori dell’imperialismo, e poi ha fatto seppuku assieme al suo migliore amico.

  6. @delsys: già, e se non sbaglio era pure in diretta televisiva.

  7. Il fatto e’ che in Giappone ai tempi erano molto legati alle tradizioni, ma tutti quanti. C’e’ stata una rivoluzione piuttosto male accolta da chi la pensava in maniera piu’ conservatrice, fino a poco tempo prima erano abituati a pensarla… Bhe questo libro credo che lo descriva bene, non l’ho letto ma dalla descrizione cosi’ pare. Il suo suicidio non e’ stato l’unico, molta gente si e’ tolta la vita per il suo stesso identico motivo, preferendo terminarsi piuttosto di tirare avanti in un mondo privo di onore e valori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...