Son contenta di me

Son contenta di me perché malgrado abbia perso il lavoro non mi sono persa d’animo e sto facendo tutto il possibile per migliorare me stessa e la mia vita.
Mi sono messa a dieta (ho già perso 5 Kg. in 1 mese), mi sto facendo risistemare i denti, finalmente, e sto curando tutte le mie "magagne" dopo tanti anni di trascuratezza.
Sul fronte professionale ho dato stamattina i primi 3 esami per la Patente Europea del computer, superati agevolmente. Sto migliorando il mio inglese anche con l’ausilio delle Short Stories di Repubblica, 10 racconti di grandi autori in inglese con testo a fronte in italiano e delle note molto interessanti. Finora ne ho letti 4:

"Il pozzo e il pendolo" di E.A.Poe,  "Il compleanno dell’Infanta" di O.Wilde, "Il tavolo di melo" di H.Melville e "L’uomo che volle essere re" di R.Kipling.  Poi leggerò "Amore e amicizia" di J.Austen, "La casa dei fantasmi" di C. Dickens, "L’informatore" di J.Conrad, "Sir Edmund Orme" di H.James e gli ultimi due che devono ancora uscire, Irving e London. Logicamente non mi baso solo su questi per migliorare l’inglese (ho un corso avanzato multimediale a disposizione) però aiutano parecchio, oltre ad essere molto piacevoli da leggere.

Anche la casa e la famiglia stanno beneficiando delle mie attenzioni. La prossima settimana farò ritinteggiare tutta la casa, cambieremo la porta della camera da letto (che finora mi prendevo sempre in fronte quando mi alzavo di notte) sostituendola con una porta a libro meno ingombrante, e faremo qualche piccolo aggiustamento qua e là. Inutile dire che da quando sono a casa è tutto più pulito e in ordine, e che si mangia meglio, in maniera più sana.
Tirando le somme, sento la mancanza di una sola cosa: il mio stipendio. Fra qualche mese, esaurita la liquidazione, non mi sentirò più tanto tranquilla. Non è che non mi stia già dando da fare, ho inviato "N" curricula a mezzo mondo e continuo a scandagliare i siti delle offerte di lavoro, ma pare che al momento non ci sia nulla. Comunque aspetterò settembre, prima di iniziare a disperarmi.

16 commenti

Archiviato in blog, libri, personale

16 risposte a “Son contenta di me

  1. ciaoo bel blog.. mi piace il modo in cui cerki di affrontare la vita nonostante tutti i problemi quotidiani.. diciamo che ritrovo in te, per quel poco che ho letto, lo stesso mio spirito d’iniziativa… perché come si suol dire.. si barcolla ma non si molla! 🙂

  2. Oh…finalmente un po’ di Patty che pedala, anche se in salita,provando tutti i rapporti di una bicicletta nuova.Casa… dolce casa e via dicendo ma io so che all’orizzonte… Ho incrociato tutte le dita possibili anche quelle dove non ci arrivo.Franco

  3. @Enzoo: grazie per il commento. Ti verrò a trovare in modo da verificare queste nostre affinità ^____^@Franco: sei sempre molto caro. Continua a fare gli scongiuri per me, io intanto mi organizzo per venirti a trovare col consorte (ma prima ti telefono, ovviamente).

  4. Mi sembri positiva comunque, e questa è un’ottima cosa :)In bocca al lupo, anche io tengo le dita incrociate per te.

  5. @Sonnenbarke: grazie Marina ^___^In effetti non riesco ad essere negativa, ultimamente, anche se ne avrei ben d’onde, come si diceva un tempo.

  6. Senza lavoro (non lo sapevo, mi dispiace) ma indaffaratissima e, sopratutto, piena di iniziative: brava.

  7. @Menzinger: eh, si, Carlo, son tempi duri. Dopo 33 anni di lavori vari ma continuativi, mi ritrovo disoccupata. Ma dicono tutti che non bisogna perdersi d’animo, e poi sono senza lavoro solo da un mese, è un po presto per disperare. Anzi, colgo l’occasione per fare le 1000 cose che mi sarebbero state utili e che non ho mai fatto, c’è sempre la possibilità che questo mi apra qualche nuova via…

  8. mi sento di ringraziarti perchè con questo post mi hai fatto riflettere… non bisogna “subire” la vita… ma viverla!!! buon tutto!

  9. @bradirunner: grazie a te, e in bocca al lupo per il tuo futuro.

  10. anonimo

    come si dice: si chiude una porta, si apre un portone! tanti auguri, Federica

  11. se ti può consolare anch’io ho perso il lavoro… ma sono ancora frastornata quindi rimango immobile e mi curo mio figlio che ha tre anni! 🙂

  12. @Federica: grazie, speriamo bene.@talpastizzosa: quando si hanno dei figli piccoli la situazione è ben più complicata. Lo credo bene che sei frastornata! Per mia fortuna mia figlia ha 26 anni, una sua casa e un suo reddito, altrimenti si che dovrei preoccuparmi!

  13. Dato che so bene come ci si sente, ti mando un abbraccione grandissimo. In bocca al lupo cara Patty!

  14. @AdamsRib: so che tu sai…grazie di cuore ^_____^

  15. Sei proprio in gamba, canalizzare le energie in cose concrete, progetti, piccoli o grandi che siano, invece di abbattersi. Con la diete sei stata bravissima poi! So che forse non sara’ facile essere cosi’ per sempre, ma il fatto e’ che, come dici tu, avendo energie e interessi come te, alla fine e’ solo lo stipendio che manca, non sei certo il tipo che non sa vivere senza lavoro, hai passioni e stimoli da vivere. Continua cosi’, fosse l’atteggiamento vincente anche per avvicinare un nuovo lavoro?:o)

  16. @Aleike: troppo buona! Ma credo che il lavoro arriverà, o non arriverà, indipendentemente dal mio atteggiamento generale. Ci vuole una gran botta di c***!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...