Siamo nel 2009 D.C……

Qui ad Atene noi facciamo così.

Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza. Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri, chiamato a servire lo Stato, ma non come un atto di privilegio, come una ricompensa al merito, e la povertà non costituisce un impedimento.

Qui ad Atene noi facciamo così.

La libertà di cui godiamo si estende anche alla vita quotidiana; noi non siamo sospettosi l’uno dell’altro e non infastidiamo mai il nostro prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo.Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come ci piace e tuttavia siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo.

Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private, ma soprattutto non si occupa dei pubblici affari per risolvere le sue questioni private.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Ci è stato insegnato di rispettare i magistrati, e ci è stato insegnato anche di rispettare le leggi e di non dimenticare mai che dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa. E ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e  di ciò che è buon senso.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile; e benché in pochi siano in grado di dare vita ad una politica, beh tutti qui ad Atene siamo in grado di giudicarla.Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia. Noi crediamo che la felicità sia il frutto della libertà, ma anche che la libertà sia solo il frutto del valore.

Insomma, io proclamo che Atene è la scuola dell’Ellade e che ogni ateniese cresce sviluppando in sé una felice versalità, la fiducia in se stesso, la prontezza a fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che la nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Tucidide – Discorso di Pericle agli ateniesi –  461 A.C.

Noi invece, nel 2009 D.C. ……..

16 commenti

Archiviato in cultura, personale, politica, riflessioni

16 risposte a “Siamo nel 2009 D.C……

  1. Fa sempre bene ricordare ieri in rapporto a oggi: la memoria ci fa esistere.

    Se non ricordo male, purtroppo la democrazia durò sana e forte ancora per pochi decenni; ma gli avvenimenti che seguirono sono stati il prodotto di più concause, anche esterne, e non tolgono valore a Pericle e alle sue parole.
    Credo che le parti evidenziate parlino da sé.
    Come si fa ogni tanto durante la navigazione, mettiamo le coordinate precedenti in relazione a quelle attuali, e guardiamo sulla cartina: dove stiamo andando?

  2. @Vlad72: a picco, caro Vlad, a picco.

  3. Proprio a picco…. Patty ho una qualche difficoltà con Thomas Mann….. anche se va decisamente meglio rispetto al mio tentativo di qualche anno fa con "La montagna incantata", che mollai nonostante mi fosse stato donato da una persona cui volevo molto bene….. però credo che questo dei classici sia solo un momento.. almeno spero…. insomma evviva David Foster Wallace, pace all’anima sua…..

  4. @ortensia51: in effetti D.F.W. è molto più "digeribile" di Mann ;o)
    ma come dici tu stessa, c’è un tempo per i "mattoni classici" e uno per quelli più "leggeri". Dì a Mann di mettersi in coda e di aspettare il suo turno ^____^

  5. Direi che parole del genere andrebbero fatte leggere a chi occupa ora alcune cariche dello stato…

    D’altronde, l’ho sempre sostenuto che "quelli prima di noi" avevano già capito cos’è era utile e buono, e cosa lo era meno! Almeno, nella maggior parte dei casi.

    Comunque… bel blog, i miei complimenti 😀

    Camilla

  6. @Camilla: molto bello anche il tuo blog!!!

  7. Tutto avrei pensato nella vita tranne che un giorno avrei invidiato un governo ateniese di 2500 anni fa!!!

  8. @RW2punto0: notato come tutti, ma proprio tutti gli insegnamenti tramandati ai posteri dagli ateniesi sono stati sistematicamente disattesi dalla classe politica attuale e dagli italiani in generale?

  9. Sembra sia stato scritto da un popolo civile vissuto qualche anno fa mentre è Storia che dovrebbe esserci d’esempio e insegnare, invece…lascia anche a me la facoltà di lasciare i punti sospensivi…

  10. @caterinaarmenta: a volte i puntini di sospensione sono il commento migliore, ciò che non è necessario dire per comprendersi.

  11. Commento di Laura C. su FB:
    Noi, a Roma, facciamo che uno possa dire tutto quello che vuole e gli altri annuiscano in attesa della ricompensa.
    Laura sei un mito!!!!!

  12. innanzitutto, bello il tuo blog e poi il fatto che il mio adorato  G.G.Marquez sia nella tua top ten mi fa sentire "a casa"! Quanto al post: POSSIBILE CHE NON ABBIAMO ANCORA CAPITO CHE DOBBIAMO GUARDARE AL PASSATO E TRARNE INSEGNAMENTO? Pare che siamo attratti irresistibilmente dagli errori piuttosto che dai modelli virtuosi…PERCHE????

  13. Bellissimo.
    Ricordo che quando lo fecero in TV prima lo censurarono, poi lo fecero passare ma tipo all’una di notte o una cosa simile.
    Robe da matti.

  14. @iolosoxchecero: grazie ^_______^
    E’ quello che mi domando anch’io; la storia si ripete, è vero, ma solo nei suoi aspetti più deleteri. Guerre, olocausti, dittature, di questi c’è un quantità di ripetizioni a scadenze più o meno regolari. Cambiano le collocazioni geografiche, le modalità di innesco degli eventi, ma tornano sempre, e noi tutti non li sappiamo prevenire e nemmeno prevedere, perché abbiamo la memoria troppo corta. Mentre degli esempi di democrazia virtuosa, di pacifismo consapevole, di giustizia vissuta e applicata c’è sempre una gran fame. In sostanza quel che manca è una lungimiranza illuminata.

    @RObin: davvero? Non lo sapevo, altrimenti, a qualsiasi ora fosse andato in onda, non me lo sarei perso.

  15. anonimo

    Attualissimo, sembra davvero scritto qualche giorno fa!!! …l’avevo tradotto ai tempi della scuola ma poi, come spesso capita, rimosso…grazie di averlo condiviso sul tuo blog, anche se il confronto con la realtà attuale mi deprime davvero molto…….(anch’io mi accodo al gruppo dei puntini di sospensione!) Simona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...