“Il signore delle anime” – Irène Némirovsky – Adelphi – pagg. 233 –

  €. 18,00

   Un giovane medico di origini italo-greche, poverissimo, con una moglie e un figlio neonato da mantenere, emigra nel sud della Francia.   E’ animato da una famelica bramosìa di ricchezza, lusso e prestigio sociale, di donne belle, ricche  ed eleganti, che lo spingerà in cima alla vetta ma nel contempo corromperà ciò   che   di buono gli era rimasto e lo trasformerà, dopo varie peripezie, in un “guru” alla moda, un ciarlatano per soli ricchi.     Perderà tutto, compreso l’amore di  suo figlio, rovinerà la vita di sua moglie avvelenando il suo cuore malato con il tradimento, e ancora sarà convinto che quello sia il suo destino, scritto nel suo sangue e in quello dei suoi antenati .   Sento rieccheggiare i sentimenti e il furore di “I cani e i lupi”, pur essendo i personaggi piuttosto diversi. Come sempre magistralmente  scritto da una   Némirovsky che scava, scandaglia l’animo dei personaggi e li descrive con colori vivissimi e

uno sfondo di umanità disperata.

6 commenti

Archiviato in libri

6 risposte a “

  1. leggo il tuo commento…in fondo scrivi “uno sfondo di umanità disperata” e penso che la disperazione qualche perla la produce, in mezzo a tanta bruttezza. e penso al nostro oggi e mi chiedo: ma a noi è negata anche quella diperazione?!

  2. @dreca: francamente non saprei risponderti, comunque non auguro a nessuno di raggiungere un tale livello di disperazione. La disperazione non dà speranza per definizione, quindi non può produrre nulla di buono, secondo me.

  3. cristina cabras

    non è la disperazione quella che ispira l’arte,ma più le cose sono easy meno pregevole è il risultato;.di questo bisogna prender atto,direi
    .Magistrale Nemirovsky.anche x me è sempre I cani e i lupi il più sofferto/amato.CIAO!

  4. Ciao Patrizia!! ho letto solo ora del tuo nuovo indirizzo di blog. 🙂

    Io della Némirovsky non ho letto più nulla dopo il magnifico “Suite francese”, non è che letto lui gli altri sono tutti un po’ uguali (tematiche, scavo psicologico, ecc.)…?

    • @Valeria: ciao carissima! Non credo che la Nèmirovsky possa essere ripetitiva, i suoi personaggi sono talmente straordinari e unici che non ti anoiano mai. Personalmente ho letto tutti i suoi romanzi e racconti che hanno pubblicato in Italia, e mi auguro che presto ne pubblichino altri.
      Passo tutti i giorni dal tuo blog per vedere se hai scritto qualcosa di nuovo, teniamoci in contatto!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...