Archivi tag: racconti

Dimenticare i racconti

Ormai giunta a 51 anni già suonati, posso dire con sicurezza che ho un problema mnemonico legato alla lettura: delle tante raccolte di racconti che ho letto nella mia vita (poche se rapportate ai romanzi, ma molte nel complesso), non mi ricordo NULLA! Nemmeno di quelli letti poco tempo fa.

Per esempio, l’ultima raccolta di racconti di Camilleri, “La regina di Pomerania”: buio assoluto, se non per il racconto che da il nome alla pubblicazione, e solo perché mi ricorda le cosiddette “truffe del secolo” ed era divertente. Ma anche quello è destinato a dissolversi nelle nebbie della mia memoria fallibile e capricciosa.

La spiegazione che mi sono data è psicologica e non clinica. Credo di aver bisogno, nelle mie letture, di conoscere, sviscerare, imparare tutto il possibile dei luoghi e dei personaggi. Mi ci devo affezionare, e ci vuole tempo, ovvero molte pagine di descrizioni, di dialoghi, di riflessioni. Poi, quando il romanzo arriva all’ultima pagina, ho la sensazione di avere degli amici in più, di aver fatto un lungo viaggio. Vuoi mettere con una passeggiata di un’ora, o quattro chiacchiere scambiate con qualcuno sul tram?

Quando nel 2006 ho letto “Il petalo cremisi e il bianco”, io sono stata a Londra nel 1870. Ne ho conosciuto i colori, gli odori, ho indossato quegli abiti e ho sperimentato quella mentalità crudele e meschina. Ho girato i quartieri malfamati e visitato le dimore dei potenti dell’epoca. E mi ricordo quasi tutto. E questo è solo un esempio. Ma se mi chiedeste di riassumere un racconto qualsiasi fra quelli che ho letto, non sarei in grado di farlo. Per quanto sia stato piacevole leggerlo sul momento, non mi è rimasto niente.

6 commenti

Archiviato in libri, personale, racconti, riflessioni